Al via gli esami di Maturità 2018: per la prima prova Bassani, Merini e Moro

esame-di-maturitàMezzo milione di studenti italiani, dalle 8.30 di questa mattina e per le prossime 6 ore saranno chini sui banchi, alle prese con la prima prova della Maturità 2018. Sono appena state rese note le tracce scelte dal Miur (Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca), su cui i maturandi si stanno cimentando in questo momento per superare la prova, quella di italiano, comune a tutti gli indirizzi.

Non stupiscono particolarmente gli argomenti scelti, tutti di stringente attualità: dall’analisi del testo su “Il Giardino dei Finzi Contini” di Giorgio Bassani, che ricorda il clima dell’Italia alle soglie della seconda guerra mondiale; al tema storico su Aldo Moro, a 70 anni dal suo omicidio; al tema di attualità riguardante il principio di uguaglianza, formale e sostanziale, sancito dalla Costituzione italiana.

Per quel che riguarda, invece, le opzioni per il saggio breve si passa dal tema della “creatività” in ambito socio-economico, al dibattito, ormai all’ordine del giorno, sulla clonazione. Per finire, la traccia di ambito artistico-letterario è dedicata alla solitudine da analizzare attraverso l’opera della poetessa Alda Merini, mentre un’altra, quella storica, è incentrata su “Massa e propaganda”.

Così, dopo l’ansia della “notte prima degli esami” e di queste prime ore mattutine, in cui gli studenti si sono riuniti di fronte alle scuole della città, dal Seguenza, al Maurolico, al Verona Trento – per citarne alcune – è arrivato il momento tanto atteso e temuto, accompagnato dall’hashtag “NoPanic” lanciato dal Ministero nel corso di quest’inverno.

Nel primo pomeriggio tutti a casa, a prepararsi per la seconda prova, prevista per domani: versione di greco per il classico, matematica per lo scientifico. La terza, il cosiddetto “quizzone” si svolgerà lunedì 25 giugno.

(351)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *