La storia del Birrificio Messina arriva in Senato: sono l’esempio di come reagire alla crisi

La storia del Birrificio Messina attraversa i confini dello Stretto e arriva in Senato. L’impresa fondata nel 2013 grazie al coraggio e alla determinazione di 15 ex dipendenti di Birra Messina è stata scelta per testimoniare che è possibile reagire alla crisi, dando il via a un progetto imprenditoriale di grande successo.

Nel corso dell’evento, che si terrà domani, mercoledì 3 luglio, alle ore 17, presso la Sala Zuccari di Palazzo Giustiniani, verrà ripercorsa la storia del Birrificio Messina, considerato un esempio virtuoso di “workers buyout”. Durante l’incontro, promosso dalla senatrice del M5S Grazia D’Angelo, si parlerà della semplificazione degli strumenti a sostegno delle cooperative di lavoratori, delle strategie di rilancio economico del Mezzogiorno e degli incentivi previsti per sostenere la nascita di nuove attività imprenditoriali nel Sud Italia, fra i quali la riduzione del 40% dell’aliquota ordinaria per i microbirrifici italiani.

Previsto anche un momento degustazione delle birre prodotte nello stabilimento messinese.

Ad intervenire saranno: la senatrice Nunzia Catalfo, Presidente della 11ª Commissione Lavoro del Senato della Repubblica, il capogruppo alla Camera del M5s, Francesco D’Uva, il presidente della cooperativa Birrificio Messina Mimmo Sorrenti e il direttore comunicazione e affari istituzionali “Heineken Italia” Alfredo Pratolongo.

(4796)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *