L’Asp aiuta i ragazzi a gestire il diabete di tipo 1 a un “Campo scuola”

camposcuoladiabeteImpareranno a gestire il diabete divertendosi i ragazzi che hanno aderito quest’anno al campo scuola per giovani diabetici promosso dall’Asp 5.

Venti ragazzi, di età compresa tra i 10 e 15 anni, diretti al villaggio Baia Calavà di Gioiosa Marea per vivere un’esperienza che si rinnova dopo la prima edizione 2013.

Un progetto obiettivo del Pns 2012 per l’assistenza primaria in cui l’azienda sanitaria provinciale di Messina crede molto, realizzato in sinergia con il servizio di Diabetologia Pediatrica dell’Uoc di Pediatria dell’Aou “G. Martino”, diretta dal professor Filippo De Luca,  e con l’Associazione Giovani Diabetici (Agd Messina).

Medici e infermieri trascorreranno alcuni giorni con i ragazzi: un periodo di vacanza che in realtà diviene occasione di interazione e apprendimento dei comportamenti più corretti da adottare ogni giorno sul piano alimentare, sportivo e terapeutico. 

L’obiettivo principale è quello di creare tutte le condizioni affinché in un ambiente diverso, lontano da quello familiare, questi giovani possano responsabilizzarsi acquisendo sempre più consapevolezza ed anche una maggiore autonomia nella gestione quotidiana del diabete. Al tempo stesso il proposito è anche quello di sviluppare l’autostima attraverso l’interazione con altri compagni, per superare ogni potenziale forma di isolamento e di diversità.

Ad accompagnare il gruppo di giovani è uno staff eterogeneo composto da medici dell’Asp e del policlinico universitario, insieme a due infermieri professionali e una psicologa.

L’incidenza del diabete di tipo 1 nella fascia pediatrica in Sicilia si attesta intorno al  18-20% su 100.000 della popolazione pediatrica, nella fascia di età 0-14 anni. Esso insorge con più frequenza in età giovanile ed è di solito accompagnato da sintomi tipici: la sete, la frequente necessità di urinare, la stanchezza, la perdita di peso.

Oltre alla fondamentale somministrazione di insulina, alla base del processo di cura vi sono alimentazione sana ed una equilibrata attività fisica.

(53)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *