A Messina “Io non rischio”: campus sulle buone pratiche di Protezione Civile

Foto della conferenza stampa di presentazione di "Io non rischio - Messina"Sabato 14 sarà la giornata nazionale dedicata alla campagna della Protezione Civile “Io non rischio“, che mira ad educare i cittadini ad agire tempestivamente in caso di terremoto, maremoto e alluvione.

La città di Messina è sempre stata a rischio calamità naturali a causa della posizione geografica e della particolare conformazione del terreno su cui è stata costruita. Per queste ragioni la Protezione Civile ha voluto organizzare nella città dello Stretto, come già negli anni scorsi, dei gazebo informativi a piazza Unione Europea e a piazza Cairoli per invitare i cittadini a una corretta informazione sui buoni comportamenti da tenere in caso di terremoto, maremoto e alluvione.

io-non-rischio-messina-2017-locandinaIl progetto “Io non Rischio” interesserà i 107 capoluoghi di provincia italiani, uniti per una campagna necessaria ad assicurare la salvezza di tante vite in caso di emergenza. Parteciperanno ben 13 associazioni di volontariato, che avranno il compito di accogliere e illustrare ai cittadini, attraverso volantini offerti dal dipartimento nazionale di Protezione Civile, le regole di prevenzione.

«La prevenzione – ha dichiarato l’assessore alla Protezione Civile, Sebastiano Pino – è fondamentale al fine di evidenziare eventuali criticità e fornire spunti di riflessione e di dialogo, per la correzione dei comportamenti e la programmazione di interventi necessari e indispensabili per il miglioramento del livello di sicurezza».

Il campus sarà attivo dalle 8 alle 20 e sarà accompagnato da alcuni eventi collaterali:

  • alle 10,30 si darà il via al Trekking Urbano, una passeggiata attraverso le vie sopravvissute al terremoto di Messina del 1908, prevista visita guidata in un completo percorso che comprenderà la chiesa dei Catalani, S. Maria degli Alemanni, piazza Duomo, Fontana Montorsoli, Monte di Pietà, ed il Teatro V. Emanuele.
  • alle 11, video proiezioni continuative, diffuse nei gazebo e nell’atrio principale di Palazzo Zanca, su “Terremoto del 1908”, spot su rischio sismico e maremoto, “Alluvione di Giampilieri – 1 Ottobre 2009”, piano di Protezione Civile della città di Messina, esercitazioni di Protezione Civile.
  • saranno esposti dei mezzi speciali di emergenza.
  • alle 14,45 si darà il via al giro ciclistico ideato per unire la città di Messina a Giampilieri, paese travolto dalla violenta alluvione nel 2009. L’itinerario sarà quello del recente Giro d’Italia e i ciclisti saranno vestiti dello slogan della manifestazione. Il giro, che rappresenta un modo per sostenere la prevenzione attraverso lo sport, vedrà il supporto del team di Vincenzo Nibali e di altre associazioni ciclistiche.

Hanno aderito alla campagna ben 3 testimonial di eccellenza, che hanno realizzato dei video-spot per la manifestazione di sabato prossimo: Vincenzo Nibali, reduce dalla vittoria del Giro di Lombardia; Silvia Bosurgi, medaglia d’oro di pallanuoto alle Olimpiandi di Atene del 2004; l’attore messinese Luca Fiorino.

Alle 18, nel Salone delle Bandiere di Palazzo Zanca, sarà illustrato sinteticamente il piano di Protezione Civile della città di Messina, con particolare riferimento al rischio idrogeologico e con la partecipazione del gruppo di geologi che costituiscono le squadre dei presidi territoriali di supporto al COC (Centro Operativo Comunale).

“Io non rischio” si concluderà alle 20 con i saluti finali.

Tutte le informazioni sull’iniziativa, e sul programma previsto per sabato 14 ottobre, sono disponibili anche sul sito della Protezione Civile dedicato al progetto “Io non rischio”.

(117)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *