Autostrada A-18 malconcia, il Codici diffida il Cas

cas-per-ecoContinuano i disagi per coloro che percorrono l’autostrada A-18, così l’associazione Codici Sicilia diffida il Consorzio Autostrade Siciliane affinchè vengano fatti i dovuti lavori di manodopera. Nel tratto tra Tremestieri e lo svincolo di Roccalumera, in direzione Catania, l’asfalto e ancora dissestato e nelle galleria c’è scarsa illuminazione.

Da qui la diffida degli avvocati Manfredi Zammataro e Melita Cafarelli, rispettivamente Segretario Regionale e Segretario Provinciale dell’Associazione Codici Sicilia – Centro per i diritti del Cittadino, dove si richiede un immediato intervento del Consorzio:” Percorrendolo infatti è facile notare come il manto autostradale non sia omogeneo, presentando in questo modo rischi di notevole importanza per gli automobilisti in transito e nelle gallerie manca la giusta illuminazione, necessaria vista la tipica oscurità di questo tipo di costruzioni stradali. Una situazione che, insomma, crea non poca preoccupazione visto che lungo il percorso vi sono ben due gallerie in cui è previsto il doppio senso di circolazione: il pericolo per l’incolumità degli utenti e di chi transita attraverso quel tratto autostradale è davvero concreto. Il rischio di incorrere in incidenti stradali dovuti alle condizioni segnalate è molto alto e lo stato di manutenzione non garantisce i livelli di sicurezza che una strada a scorrimento veloce dovrebbe invece di necessità prevedere per evitare che chi utilizza l’autostrada non finisca fuori strada o non sia causa di tamponamenti, le cui gravi conseguenze sono tristemente conosciute”.

I due legali aggiungono:“La manutenzione del manto stradale, come degli altri dispositivi necessari alla sicurezza del viaggiatore, devono essere una priorità per il Consorzio Autostrade Siciliane: oltre ad offrire un servizio efficiente per l’utente della strada in transito per quei tratti, evitare che il numero delle vittime della strada aumenti deve essere scopo primario di chi ha in gestione l’autostrada”.

(83)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *