Da oggi in strada 23 nuovi vigili urbani. Gioveni: “Si impieghino per la tutela del territorio”

vigili urbani di spalle per nuovo“Provo enorme soddisfazione per il primo giorno di servizio dei 23 vigili urbani concorsisti, oltre che per un piccolo sogno che si avvera per dei ragazzi che avevano dimostrato con un regolare concorso pubblico (diventato quasi un’eccezione di questi tempi) tutta la loro preparazione, anche e soprattutto per le
tante battaglie per loro fatte in aula, sia all’interno delle Commissioni che in Consiglio Comunale a tentare di far quadrare il cerchio con l’Amministrazione,sia attraverso le numerose note trasmesse e le tante interlocuzioni avute con chi (compreso il Collegio dei Revisori dei Conti, che ringrazio) era preposto a decidere le loro sorti.”

Con queste parole il consigliere comunale Libero Gioveni si compiace per questo seppur breve periodo in cui 23 nuove unità rinforzeranno il ridotto organico della Polizia Municipale.

Ma è chiaramente soprattutto per i benefici che la città potrà avere con queste nuove forze fresche e cariche di entusiasmo che ci si deve compiacere – afferma il consigliere. Sappiamo tutti quante siano le emergenze che incombono in città soprattutto in termini di viabilità – prosegue Gioveni – condizionata certamente dall’alto tasso di inciviltà che regna fra i cittadini, che quindi deve essere assolutamente fronteggiata e repressa con le maniere forti.

“Ma non dobbiamo dimenticare – precisa l’esponente Udc – che il Corpo dei vigili urbani deve anche occuparsi di tante altre incombenze, forse non secondarie a quelle della viabilità, se non altro perché il protrarsi di altri atti di illegalità e abusi, misti alle infrazioni del codice della strada, contribuiscono a rendere sempre più invivibile una città che, occorre ricordare, anche per questo è s
tata relegata negli ultimi posti de Il Sole 24ore”.

“Ecco perché, aspettando al più presto un nuovo concorso che con i suoi vigili urbani presenti sufficientemente in strada faccia diventare Messina una città “normale”, e posto che la maggior parte dei 23 nuovi agenti urge impiegarla nelle caotiche strade cittadine, auspico e chiedo – conclude Gioveni che  di destinarne anche una minima parte di agenti alle carenti ma preziose sezioni Tutela del Territorio e Nucleo Decoro, al fine di fronteggiare e reprimere anche i tantissimi abusi perpetrati in generale sul territorio, purtroppo sempre più devastato e violentato dai soliti noti sotto il profilo ambienta
le, urbanistico e igienico-sanitario”.

(213)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *