Svolta Acr Messina, agli imprenditori Marcianò e Gerace il 70% delle quote

Pubblicato il alle

1' min di lettura

L’Acr Messina volta pagina. Nello studio dell’ormai ex vicepresidente, Pietro Gugliotta, è stato sottoscritto l’accordo per il passaggio del 70% delle quote nelle mani degli imprenditori calabresi Pasquale Gerace e Giuseppe Marcianò.

Al primo  toccherà ricoprire la carica di presidente mentre al secondo quella di vice. Si è conclusa quindi con la fumata bianca una trattativa nata pochi giorni fa, quando i due imprenditori calabresi, proprietari di alcune catene di supermercati, hanno manifestato all’ex presidente , Natale Stracuzzi, la volontà di voler acquistare la maggioranza delle quote della società peloritana.

Occorreva però fare tutto nel minor tempo possibile, così proprio l’ex numero uno giallorosso, a cui resta comunque in mano il 18% da dividere con Piero Oliveri, ha fissato per il pomeriggio di oggi l’incontro definitivo.

Intorno alle 18 sono arrivate le firme sui documenti. Restano all’interno dei quadri societari Gugliotta e Micali che mantengono il 10 e il 2%.

(490)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Ma chi sono questi nuovi padroni, con quali soldo hanno rilevato la squadra e per caso hanno precedenti penali in corso? Queste sono le domande che i tifosi vogliono conoscere.

error: Contenuto protetto.