messina licata

Serie D. Ancora poker dell’ACR Messina a Troina, vittoria del FC contro la Gelbison

Pubblicato il alle

7' min di lettura

Si è conclusa la 31esima giornata del campionato di Serie D. Nel girone I, a 3 partite dal termine, l’ACR Messina prevale con un sontuoso 0-4 sul campo del Troina, avvicinandosi ulteriormente alla Serie C, mentre il Football Club continua a rimanere in scia grazie al preziosissimo successo per 1-0 contro la rivale in chiave promozione, Gelbison. Ecco i dettagli dei match.

L’ACR Messina fa di nuovo poker

La trasferta di Gagliano Castelferrato, contro un Troina praticamente già salvo, è la prima della miniserie di partite lontano dal San Filippo per l’ACR Messina, nonostante l’incontro di Licata sia stato posticipato al 13 giugno. Formazione praticamente identica rispetto al test contro il Rende di mercoledì scorso: Novelli cambia solo Crisci con Cretella.

L’inizio non è dei migliori per i biancoscudati, che al 12′ rischiano grosso con un presunto fallo su Aperi e intorno al ventesimo minuto, con Rizzo che conclude sul palo un bellissimo “dai e vai“ con Ficarrotta. Passano solo due minuti e la capolista punisce i locali: corner per l’ACR, di testa svetta il solito Lomasto che insacca e fa 1-0 per il Messina. Palla riscodellata al centro, ma neanche il tempo di ripartire che è già raddoppio. Il capitano Domenico Aliperta fa partire un bolide imparabile per il portiere avversario e porta sul 2-0 l’ACR Messina.

Sul finale del primo tempo, il Troina ci prova con Ficarrotta, su calcio piazzato, e poi con Rizzo che si vede negato la gioia del gol dall’ntervento provvidenziale di Lomasto. L’ultimo sussulto è dell’ACR, con Aliperta che va vicino alla doppietta personale con un’occasione simile a quella del raddoppio. Le squadre rientrano negli spogliatoi.

Nella ripresa è festa in casa Messina. Dopo aver sfiorato il terzo gol con Foggia, la rete arriva al 64′ con il veterano Alessio Cristiani, che batte Aiolfi con un tiro da fuori e fa 3-0 per i padroni del campionato. Non è finita qui però, perché al 68′ si esalta anche l’under classe 2002 Carmine Cretella. Grande azione del giovane innesto campano, che con un bellissimo tiro a effetto sigla il definitivo 4-0 del Messina.

Dopo il colpo mortale di Cretella, la partita si addormenta e comincia la passerella di sostituzioni, con Novelli che cambia tutti gli attaccanti in campo con le riserve. Al Comunale Silvio Proto l’ACR Messina stravince 4-0 in casa del Troina e fa sempre più sua una meritatissima promozione tra i professionisti che adesso è davvero a un passo.

Successo del Football Club contro la Gelbison “corsara“

Il Football Club Messina non può più sbagliare. Se in casa Sciotto è la concentrazione a non dover mancare, la squadra del patron Rocco Arena è costretta a vincere tutti gli scontri fino alla fine del campionato se vuole sperare in un miracoloso sorpasso al fotofinish che vorrebbe dire Serie C. Nella sfida casalinga che vede opposti ai giallorossi (oggi in tenuta biancoscudata) la Gelbison terza in classifica, torna mister Costantino dopo aver scontato la squalifica di un turno maturata nell’amaro pari di una settimana fa contro l’Acireale. Si rivedono dal primo minuto l’argentino Facundo Coria e il rientrante Agnelli, mentre restano fuori il capitano Marchetti, Carbonaro e i lungodegenti Giuffrida e Garetto.

Al “Franco Scoglio” parte bene il FC, subito in attacco con Agnelli e Bevis, ma partono subito anche le prime problematiche. L’attaccante Piccioni non ce la fa a rimanere in campo dopo aver rimediato un infortunio alla caviglia e Costantino è costretto a sostituirlo con Caballero. Nonostante questa tegola, il Football Club Messina riesce a guidare la gara e al 28′ l’inaspettato accade quando il difensore centrale Fissore mette in porta di esterno una buona palla di Arena. È 1-0 per i peloritani, che al 41′ vanno vicini al raddoppio con Arena sugli sviluppi di una azione che procura grossi grattacapi alla formazione allenata da Ferazzoli.

Nel secondo tempo c’è la reazione della Gelbison. Al 4′ Maiorano per poco non sorprende Marone, mentre al 6′ è Gagliardi a impegnare il portiere di origini campane. Il FC protesta per un rigore non concesso su Bevis atterrato da Romano e si rende propositivo con alcuni tentativi sempre dell’attaccante francese e di Arena, che all 84′ non ha fortuna dopo aver dribblato tutta la difesa avversaria. D’Agostino tiene vivi i suoi.

Allo scoccare del 90′ un altro presunto penalty non fischiato alla compagine di casa, che resiste per tutti e 6 i minuti di recupero e si aggiudica il big match che, probabilmente, si rivelerà decisivo per il posizionamento finale delle attuali prime tre della classe.

La classifica del girone I Acr Messina troina

Grazie al successo di oggi, l’ACR Messina mantiene intatto il vantaggio di 4 punti sul Football Club, che dovrà giocarsi tutto negli ultimi 3 confronti prima di tirare le somme di una stagione piena di alti e bassi per tutte le squadre partecipanti al girone I. Chiusi matematicamente i giochi per la Gelbison, lontana 10 lunghezze dalla capolista e che adesso deve difendere il piazzamento dall’arrembante San Luca che ha una gara da recuperare.

Nei bassifondi della classifica, ufficialmente retrocesso il Roccella, a cui potrebbe fare presto compagnia il Marina di Ragusa se non conquisterà punti nei due match che gli mancano da recuperare. Confermate, intanto, le retrocessioni dirette in Eccellenza dalla Lega, che ha deciso di cancellare per quest’anno i playout.

Tutti i dettagli delle partite di oggi

Troina 0-4 ACR Messina

Marcatori: 22′ Lomasto, 24′Aliperta, 64′ Cristiani, 68′ Cretella.

Troina: Aiolfi, Puleo (65′ Giuffrida), Neri, Mbaye, Ciccone, Di Grazia (73′ Palermo), Guerci, Kamara, Ficarrotta (68′ Dembele), Rizzo (57′ Padovani), Aperi (73′ Mascara). A disposizione: Cantarero, Diara, Calaciura, Longo. Allenatore: Mascara.

ACR Messina: Caruso, Mazzone, Lomasto, Boskovic, Giofrè, Cristiani, Aliperta (79′ Lavrendi), Vacca (88′ Arcidiacono), Bollino (78′ Oggiano), Foggia (71′ Manfrellotti), Cretella (71′ Crisci). A disposizione: Lai, Cascione, Sabatino, Cunzi. Allenatore: Novelli.

Arbitro: Di Cicco di Lanciano. Assistenti Boato di Padova e Gentile di Isernia.

Note: ammoniti Lomasto (M), Cretella; Puleo , Ficarrotta, Di Grazia, Mascara, Guerci.


Football Club Messina 1-0 Gelbison

Marcatori: 28′ Fissore

Football Club Messina: Marone, Cangemi (87′ Bianco), Da Silva, Fissore, Ricossa, Agnelli (83′ Palma), Lodi, Arena (85′ Casella), Coria (73′ Marchetti A.), Bevis, Piccioni (18’ Caballero). A disposizione: Monti, Romano, Panebianco. Allenatore: Costantino.

Gelbison: D’Agostino, Bruno (81′ Rossi), Mautone, D’Orsi (Stancarone 45′), Graziani, Pipolo (Romano 45′), Uliano, Dayawa (45′ Maiorano), Guadagno (55′ Ziroli), Mesina, Gagliardi. A disposizione: Gesualdi, Mainenti, Corio, Bonfini. Allenatore: Ferazzoli.

Arbitro: Canci di Carrara. Assistenti Bianchi di Pistoia e Linari di Firenze.
Note: ammoniti Pipolo (G), Bruno, Uliano; Agnelli, Arena.

(115)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.