Acr Messina, Stracuzzi gela Barbera. “Non cediamo le quote di maggioranza”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Brusca frenata per l’acquisizione  dell’Acr Messina proposta due giorni fa da Francesco Barbera a capo di una cordata di imprenditori. Il gruppo, rappresentato dal legale Candido Bonaventura, è intenzionato a rilevare il 75% delle quote societarie attraverso un contributo di 1 milione e 200mila euro. La restante parte rimarrebbe invece nella mani degli attuali soci capitanati da Natale Stracuzzi.

Ma proprio dall’attuale consiglio d’amministrazione della società giallorossa è arrivato il primo rifiuto.

“E’ stata esaminata la proposta – ha spiegato in una nota il legale Giovanni Villari –  e dopo avere constatato che si tratta di una manifestazione di interesse tendente alla acquisizione di quote societarie superiori al 50% si è ritenuto che la stessa non possa essere oggetto di interesse da parte della attuale proprietà. La ferma intenzione della compagine societaria, che ha affrontato senza il supporto di alcuno i momenti di maggiore difficoltà, avviando una rigorosa opera di risanamento societario e raggiungendo, al contempo, insperati quanto rilevanti risultati sportivi nel campionato di Lega Pro (pur avendo, val la pena di ricordarlo, concluso le trattative per l’acquisto di una società appena retrocessa nel campionato dilettantistico) è quella di proseguire nel progetto di rinascita avviato lo scorso mese di agosto, con l’acquisto dell’intero pacchetto societario, al fine di raggiungere traguardi confacenti alla tradizione dell’Acr  e della stessa città di Messina la cui immagine, grazie anche alla dedizione, fino a questo momento, unanimemente apprezzata e riconosciuta, di tutti i soci ed, in primis, del Presidente Stracuzzi, è stata certamente rivalutata a livello nazionale”.

L’Acr Messina valuterà comunque eventuali nuove manifestazioni di interesse che tengano conto della volontà della proprietà, di mantenere la maggioranza delle quote sociali. Si tratta di una decisa presa di posizione da parte di Natale Stracuzzi e soci che dopo il rifiuto a cedere la maggioranza del sodalizio peloritano, dovranno senz’altro rilanciare con un nuovo progetto sicuramente più ambizioso. Nelle prossime settimane, si dovrebbero conoscere in dettaglio i programmi futuri del Messina calcio.

(228)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.