catanzaro messina

L’ACR Messina pareggia 1-1 con il Foggia: a Russo risponde Turchetta

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Fischio finale al San Filippo. Nel match casalingo contro il Foggia dell’ex Zdenek Zeman, l’ACR Messina ha pareggiato 1-1, ottenendo il terzo risultato utile consecutivo. Reti di Russo nel primo tempo e Turchetta nella ripresa.

La cronaca di Messina-Foggia

Nessun cambio nella formazione titolare per Raciti, che manda in campo gli stessi giocatori che la settimana scorsa hanno sconfitto la capolista Bari.

Parte fortissimo il Foggia, che già al quarto minuto sfiora il vantaggio con Curcio, ma è bravo Lewandowski a respingere. Primo tiro in porta del Messina al 10′ con Rizzo, che impegna l’estremo difensore avversario

Tegola per gli ospiti, costretti a sostituire l’infortunato Martino con Nicolao. Alla mezz’ora un’uscita pessima del portiere crea le condizioni per un gol del Messina, ma la scarsa lucidità di Fofana, troppo lento a tirare a porta vuota, impedisce ai giallorossi di segnare. Sempre l’ivoriano in contropiede poco dopo conclude di poco vicino al palo. Il gol è nell’aria e infatti l’ACR chiude il primo tempo un gol davanti grazie a Russo, che batte Alastra servito sempre da Fofana, dopo la ripartenza di Marginean. Squadre negli spogliatoi sul parziale di 1-0.

Il copione della partita cambia però nel secondo tempo, mentre nel Messina entrano i soliti Piovaccari e Statella, oltre a Damian e Konate. Il Foggia riequilibra il match al 73′ con Turchetta, che salta più in alto di tutti e di testa trafigge Lewandowski, realizzando l’1-1 definitivo.

Polemiche per un intervento di Alastra su Piovaccari. Il portiere ex Palermo commette un fallo da ultimo uomo, ma per il direttore di gara basta il cartellino gialla. Sul finale ancora un brivido per l’ACR, quando un attaccante pugliese tenta inutilmente l’acrobazia. Nel recupero, il Foggia si salva su un potente colpo di testa di Carillo, ma non c’è più tempo. Enorme rammarico per i peloritani, che forse speravano di guadagnare 3 punti.

La classifica del girone C

messina foggia

Perde ancora terreno il Bari (0-0 nel derby contro il Monopoli) sulle inseguitrici, ora a -7. Trionfo del Palermo sulla Juve Stabia, che perde quattro posizioni in classifica.

Sconfitta per il Catania nello scontro diretto con il Picerno. In zona salvezza, si segnalano le sconfitte di Campobasso e Monterosi (il prossimo avversario del Messina). Successo importantissimo per la Paganese, che allunga di un punto sul Messina, recuperato anche dal Potenza.

Tutti i dettagli di Messina-Foggia

Messina 1-1 Foggia

Marcatori: 48′ Russo; 73′ Turchetta

Messina: Lewandowski; Trasciani, Celic, Carillo, Fazzi; Rizzo, Fofana (66′ Konate); Russo (60′ Simonetti), Marginean (66′ Damian), Goncalves (54′ Statella); Adorante (54′ Piovaccari). A disposizione: Caruso, Fantoni, Camilleri, Rondinella, Balde, Angileri, Busatto. Allenatore: Raciti.

Foggia: Alastra; Martino (14′ Nicolao), Sciacca, Girasole, Rizzo; Garofalo, Di Paolantonio, Rocca (75′ Gallo); Merola, Ferrante (62′ Vitali), Curcio (62′ Turchetta). A disposizione: Volpe, Rizzo Pinna, Maselli, Buschiazzo. Allenatore: Zeman.

Arbitro: Angelucci. Assistenti Camilli e Trasciatti.

Note: ammoniti Adorante, Celic, Konate, Piovaccari; Alastra.

(96)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.