“Verona Trento” in semifinale al campionato internazionale ZeroRobotics

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Anche per questa edizione del torneo Zero Robotics, competizione internazionale di programmazione di robotica aerospaziale, che si basa sulla programmazione di speciali robot denominati “Spheres”, ovvero satelliti artificiali simil-sferici (in realtà a 18 facce), realizzati dal Mit e situati all’interno della Stazione Spaziale Internazionale, l’I.I.S. Verona Trento entra in semifinale.

La squadra, nuova di zecca, ad eccezione del team leader che è alla sua seconda esperienza,Wall-E 3.0,  non delude le prime aspettative: dopo aver superato, durante i caldi mesi estivi,  la selezione italiana entrando nel campionato internazionale, si classifica anche nelle due fasi successive in 2D e 3D.

Nella serata di sabato 7 Novembre, nei locali dell’Istituto , il team Wall-E ha preso parte alla videoconferenza internazionale coordinata dal Mit nell’evento della creazione delle alleanze in cui 84 squadre di vari paesi (Stati Uniti, Europa, Russia , Australia e Messico) hanno formato 28 alleanze.

Le due squadre che collaboreranno con il team Wall-E 3.0 degli allievi dell’I.I.S. Verona-Trento sono Team Kuhlschrank (New Jersey United States) e  Haverhill Robotics (Massachussets United States).

Il team è composto da: Davide Ventaglio, Davide Dell’Acqua, Alessio Donato, Manuel Fleri ,Vittorio Gatto, Maurizio Raneri, Francesco Santoro, Davide Segullo, Emanuel Sorrenti, Giuseppe Venuto.

Il coordinamento dei lavori è affidato ai docenti Eliana Bottari e Giovanni Rizzo.

Se il gruppo di ragazzi messinesi riesce a superare questa fase, volerà in finale, portando per il terzo anno consecutivo il nome di Messina nel mondo.

Il team di allievi è stato formato dopo una selezione scolastica su nozioni di programmazione per l’utilizzo degli Spheres e di inglese.

(459)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.