Messina Street Food Fest 2022

Cosa mangiare al Messina Street Food Fest? Il menù e la mappa dell’edizione 2023

Pubblicato il alle

9' min di lettura

Dal panino col polpo, agli arrosticini, dallo steccogelato alla brioche con gelato, passando per i piatti vegetariani e senza glutine: se non sapete cosa mangiare al Messina Street Food Fest 2023, niente paura, è online il menù completo dell’evento dedicato al cibo da strada in programma a piazza Cairoli dal 12 al 15 ottobre. Vediamo tutti i piatti che sarà possibile gustare e la mappa del villaggio del gusto.

Cosa mangiare al Messina Street Food Fest? Il menù dell’edizione 2023

Di seguito, il menù completo del Messina Street Food Fest 2023.

  • Paranza dello Stretto di APEAT – misto di pesci dello Stretto;
  • Cacio a Cavallo di “U Paninaru” – piatto che unisce il cacio impiccato, un formaggio stagionato, e la polpetta di cavallo;
  • Arepas di Naguarà – panini con una forma di focaccina, fatti di farina di mais e acqua (quindi senza glutine) e ripieni. Le opzioni sono due: Arepa reina pepiada con pollo sfilacciato e crema di avocado e l’Arepa Mechada con carne di manzo sfilacciata e insaporita con un mix di spezie;
  • Schiacciatella con cozze fritte e fonduta di pecorino di “Le Cugine” – descritta come una combinazione di croccantezza e morbidezza, con le cozze fritte che si sposano perfettamente con la texture leggermente croccante della Schiacciatella, e la freschezza dell’insalata Lollo;
  • Chicken balls di Sbraciamo le mani – rivisitazione del pollo fritto con ripieno di bacon formaggio e patata in panatura croccante;
  • Panino con Wurstel di Suino Nero di ZR – questo piatto si descrive da sé e si ripromette di essere un’esplosione di gusto per gli amanti dei sapori intensi;
  • Panino con Hamburger di Totano di Oxtrica –  un hamburger preparato con totano fresco, con un sapore leggermente dolce e delicato;
  • Wrap con pulled di Pesce Spada firmato da Anciova – pesce spada condito avvolto in una tortilla morbida, per una combinazione di sapori e texture unica;
  • Cono contadino con polpettine vegetariane e verdure dell’Azienda Agricola Villarè – polpette vegetariane di diversi gusti: zucchine e menta, ortolana, norma, al pesto di basilico, verdure a foglie, carote, zucca;
  • Spaghetti all’amatriciana dell’Osteria da Gennaro – questo è conosciutissimo e non ha bisogno di presentazioni, si tratta di un piatto tipico del Lazio, per la precisione di Amatrice, ormai entrato tra i simboli della cucina italiana;
  • Bombette pugliesi de La bombetta della Murgia in tour – bocconi fatti di fettine sottili di carne, solitamente maiale, intorno a un ripieno di formaggio e aromi locali;
  • Provola Burger di Hammucca – burger di provola, delicatamente panato nei cornflakes;
  • Panino con il lampredotto di Firenze com’era – piatto toscano fatto di lampredotto all’interno di un morbido panino, arricchito da sapienti condimenti e salse;
  • Pizza a portafoglio di Le Farine – una pizza perfetta da portar via, che si chiude suoi due lati proprio come se fosse un portafoglio;
  • Coppo con Salsiccia di Maiale Nero di Puglia e Pane di Altamura di La Brace Mobile 2 – piatto tipico fatto con salsiccia di maiale Nero di Puglia, rinomato per il suo sapore intenso, e pane di Altamura, famoso per la sua consistenza croccante e fragrante;
  • Pistacchissimo Burger di Il gattonero – hamburger di manzo con stracciatella e pesto di pistacchio;
  • Pane cunsatu di Il Sambuco – pane condito con Olive e Melanzane Ortoledda di Caltagirone, Pomodori Secchi Agriblea di Pachino e Cipolle in Agrodolce di Giarratana;
  • Rizzuola dell’IIS Antonello di Messina – prodotto tipico ripieno di un ragù di carne, piselli e mortadella, e, infine, una leggera panatura in superficie;
  • Scottburger di PizzBurgh – hamburger di scottona 100gr, pomodoro San Marzano, cipolla stufata, salsa di yogurt greco;
  • Patatwister del Lemonbar – una patata di oltre 300gr, tagliata a spirale inserita in uno stecco di oltre 30 cm, fritta e insaporita a piacere, con oltre 20 aromi;
  • Gelato “sapori di Sicilia” di Astoria – gelato composto da mandorla, nocciola e pistacchio, arricchito con meringhe al cioccolato fondente, granella di pistacchio, granella di nocciola e mandorle caramellate;
  • Panino Vitel Porchè di La Matta – vitello porchettato abbinato a patate al forno croccanti con cipolla caramellata e maionese;
  • Panino con caponata di Pesce Spada di Sfizi fritti e poi… – mix di terra e mare con prodotti tipici della tradizione culinaria messinese;
  • BocconGINO panino con polpette di black angus di Prodotti tipici Campanella – realizzato interamente con grano duro siciliano molito a pietra;
  • “3 Cioccolati” della Pasticceria Principe Panebianco – tre diverse varietà di cioccolato fuse insieme;
  • Panino con Asado di Scottona preparato da Requirez Carni  – panino con scottona cotta lentamente;
  • Tacos con carne e verdura di El Rancherito – tacos preparati con ingredienti freschi, tortilla fritta e croccante, aromi, formaggio e  salse;
  • Panino di dadolata di tonno scottato di Francesco Arena e Carmelo Ferreri – preparato con dadolata di tonno scottato, stracciatella, rucola, salsa di arance e peperoni;
  • Cannolo di Piana degli Albanesi del Bar Elena – dolce tipico direttamente dalla provincia palermitana;
  • Arancino ragù, bianco o nduja di l’Arancino dello Stretto dell’Ancora – l’arancino non ha bisogno di presentazioni, arriva al Messina Street Food Fest in tre versioni;
  • Il panino Rosetta di “Acquolina in bocca” – con gambero, cuore di burrata e pistacchio;
  • Cestino “Trionfo d’Agrumi” della Gelateria Arena – impasto semimorbido alla francese con un gelato all’ arancia rossa, mandarino e limone, completato da una glassa al sapore di agrumi;
  • Pizza Fritta di Basilicò – croccante e dorata base di pasta lievitata, fritta a perfezione, con un cuore soffice;
  • Angus Kebab di Celiakì – con carne di manzo Angus, senza glutine;
  • Panuozzo con parmigiana di pesce spada di Celiakì – senza glutine;
  • Ricottamisù di Celiakì – senza glutine;
  • Hamburger di Chianina con Vellutata all’Aglione di “Povero con Gusto” – carne di Chianina, rinomata per la sua tenerezza, accompagnata da vellutata all’aglione, ricca e aromatica;
  • Arrosticini di totano di Nereo – spiedini di totano, aromatizzati, con esterno croccante e interno morbido;
  • “Patata ‘ncaciata” di Via Lanterna – le patate sono preparate con funghi e pistacchio;
  • “U Pisci Spada ‘nnammuratu” di Fishmar – panino con pesce spada arrostito con foglie di menta, salsa allo yogurt, olive nere, limone e pepe nero;
  • Panino con Pulled Pork di King of Meat –  panino tipico degli States preparato con maiale sfilacciato all’americana, condito con spezie e salse;
  • Panino con le Braciole messinesi dei fratelli Raffa – panino tipico della tradizione messinese;
  • Bomba dello Stretto di Dolci Tentazioni – con yogurt e gelato di diversi gusti;
  • Panino cu pruppu rustutu di Da Onofrio – panino di semola tostato con crema di patate, lattuga e polpo arrosto con pinzimonio di olio evo, aglio e prezzemolo;
  • Choco Kebab della Pasticceria Salvà – dolce che prende ispirazione dalle specialità street food orientali, ma al posto della carne, tanti riccioli di cioccolato racchiusi dentro una morbida crepe dolce;
  • Panino con porchetta di suino nero dei Nebrodi di Il vecchio carro – maiale cotto a legna e  aromatizzato con finocchietto selvatico. Il panino è condito a richiesta con cipolla caramellata;
  • Cozze scoppiate di S.A.Co.M – ricetta della ‘mpepata di cozze siciliana;
  • Stecco pasta di Spiè – con Pasta alle sarde alla palermitana e Pasta alla Carbonara;
  • Pane, panelle e cazzilli di Dainotti’s – Uno dei prodotti principe dei cibo da strada riproposto da “Dainotti’s”, celebrato dalla trasmissione “4 Ristoranti” come il migliore Street Food di Palermo;
  • Pitone fritto della Pitoneria Portella – piatto tipico messinese, tradizionale o speck e patate;
  • Pani ca meusa di DOS di origine siciliana – panino morbido, superiormente spolverato di sesamo, imbottito con pezzetti di milza e polmone;
  • Brioche con gelato di Friscu by Oasi Azzurra Village;
  • Steccogelato del Bar California – stecco preparato artigianalmente da immergere sotto una fontana di cioccolata, a scelta tra fondente e bianca, e infine una guarnizione di granelle;
  • Arancino Oro Nero di Emiro – gusto “Nebrodi”, al ragù di maialino con vellutata di porcini e cuore di pistacchio e gusto “Sanremo”, al tartufo;
  • Arrosticini abruzzesi di Bracevia – specialità di carne ovina che deriva dalla tradizione pastorale della zona del Gran Sasso d’Italia, precisamente quella che va dalla Piana del Voltigno fino a Penne;
  • Sfincione bianco Baaria di Antico Forno Valenti – ha un impasto morbido, uno spessore alto ed è condito con cipolla, acciughe, mollica e formaggio (tuma o ricotta).

Mappa, prezzi e orari del villaggio del Gusto di piazza Cairoli

Il villaggio del gusto del Messina Street Food Fest 2023 sarà aperto a partire dalle ore 18.00 del 12 ottobre. Di seguito, gli orari di apertura:

  • 12 ottobre 2023 – dalle 18:00 alle 01:00;
  • 13 ottobre 2023 – dalle 11:30 alle 15:30 e dalle 18:00 alle 01:00
  • 14 ottobre 2023 – dalle 11:30 alle 15:30 e dalle 18:00 alle 01:00
  • 15 ottobre 2023 – dalle 11:30 alle 15:30 e dalle 18:00 alle 01:00.

Di seguito, la mappa delle casette di piazza Cairoli e il menù con i prezzi dei vari piatti.

mappa messina street food fest 2023

A questo link è disponibile, invece, il calendario degli show cooking del Messina Street Fish.

Tutti gli aggiornamenti sul Messina Street Food Fest 2023 sul portale dedicato a questo link.

(13748)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.