Stasera andiamo a un concerto alla Sala Laudamo? Tutto il programma

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Doveva essere inaugurata a fine gennaio, o almeno era questa l’ipotesi di Orazio Miloro presidente del Teatro Vittorio Emanuele, e invece sono passati circa 4 mesi; come si dice i questi casi: meglio tardi che mai. Stiamo parlando della “nuova” Sala Laudamo di Messina che riapre le porte per una mini rassegna concertistica che partirà giovedì 5 maggio. Aperta nel 1937, la Sala Laudamo nasce per: cinema, musica e conferenze. Negli anni è stata anche casa di prosa, ospitando diverse compagnie teatrali messinesi e oggi torna alla sua destinazione d’uso: i concerti; per lo più di musica da camera, con qualche punta di jazz e un reading.

«Si torna – ha detto Orazio Miloro – alla destinazione musicale per la quale la Sala Laudamo era nata all’origine». «Questa Sala – ha aggiunto Mirella Vinci della Soprintenza ai Beni Culturali di Messina – ha vissuto particolari vicissitudini. Oggi abbiamo riportato il palco alle dimensioni del 1937. Abbiamo ridato la giusta sobrietà in un luogo che parla di musica». Ripristinate quindi le poltroncine, le tende, l’impianto di illuminazione e i gruppi marmorei, che raccontano storie di musiche.

I concerti alla Sala Laudamo

Musica che suonerà dal 5 maggio e fino all’1 giugno, in rassegna le tre associazioni di Messina; Filarmonica Laudamo, Accademia Filarmonica e Associazione Bellini, il Conservatorio Corelli e alcuni ospiti di prestigio come: Danilo Rea e Paolo Jannacci insieme a Daniele Moretto.

«Un percorso – dice il sovrintendente dell’Ente Teatro Gianfranco Scoglio – che inizia oggi, ma che non è finito. Ancora ci sono una serie di lavori da fare. La città però si riappropria di uno spazio musicale». «Spero – aggiunge il direttore artistico sezione musica Matteo Pappalardo –  che questa rassegna possa continuare. Siamo riusciti a coinvolgere le migliori realtà di Messina».

Il programma:

  • 5 maggio, alle 18: Duo Scilipoti – Calabrese, produzione Accademia Filarmonica
  • 6 maggio, alle 21: Quintetto Fiati, produzione E.A.R. Teatro di Messina
  • 12 maggio, alle 18: Ambi duo, produzione Accademia Filarmonica
  • 13 maggio, alle 21: “L’ascolto ritrovato“, produzione E.A.R. Teatro di Messina (reading)
  • 14 maggio, alle 18: Another Italian Tale, musiche di Luciano Troja, produzione E.A.R. Teatro di Messina
  • 17 maggio, alle 21: Micki Piperno – Folk Revival, in collaborazione con il Conservatorio Corelli
  • 18 maggio, alle 21: Omaggio ad Augustin Barrios Mangorè, produzione Conservatorio Corelli
  • 19 maggio, alle 21: I concerti della Saxophone Week 2022, produzione Conservatorio Corelli
  • 21 maggio, alle 21: I concerti della Saxophone Week 2022, produzione Conservatorio Corelli
  • 22 maggio, alle 18: Trio Barocco, produzione E.A.R. Teatro di Messina
  • 27 maggio, alle 21: Quartetto Archi, produzione E.A.R. Teatro di Messina
  • 28 maggio, alle 18: Trio Cannata, produzione E.A.R. Teatro di Messina
  • 29 maggio, alle 18: Duo Impellizzeri – Cardone, produzione Associazione Vincenzo Bellini
  • 31 maggio, alle 21: Paolo Jannacci – Duet Jazz
  • 1 giugno, alle 21: Danilo Rea
  • 24-25-26-30 maggio, matinèe: concerti per le scuole con un omaggio a Mario Castelnuovo Tedesco. Dirige Michele Amoroso, produzione Conservatorio Corelli

Le facciate della Sala Laudamo

Se i lavori di recupero all’interno della Sala Laudamo sono stati eseguiti dalle maestranze interne del Teatro Vittorio Emanuele, i lavori della facciata esterna della Sala Laudamo, così come quella del Teatro, sono di competenza del Comune di Messina.

I biglietti sono disponibili su Vivaticket o al botteghino del Teatro Vittorio Emanuele.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

(467)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.