“N’gnanzoù”: 2º appuntamento con la rassegna teatrale di opere prime alla sala Laudamo

ngnanzouSecondo appuntamento della stagione La Prima Volta – Rassegna teatrale di opere prime, domenica 17 novembre, alle 21.00, alla Sala Laudamo, con N’gnanzoù. La rassegna teatrale nasce da un progetto del regista Vincenzo Tripodo,  presidente dell’Associazione Culturale “Querelle” e direttore artistico di ActorGym;  Dario Tomasello, docente e consulente artistico di rassegne di drammaturgia contemporanea; Gigi Spedale, produttore e organizzatore teatrale e cinematografico.

N’gnanzoù storia di mare e di pescatori è di e con Vincenzo Pirrotta. La scenografia è firmata da Emanuele Luzzati. Le musiche originali sono di Mario Spolidoro  e saranno eseguite dal vivo dallo stesso autore. Lo spettacolo è una produzione dell’Associazione Culturale Querelle e di Esperidio.

I testi di N’gnanzoù sono nati da una ricerca che Vincenzo Pirrotta ha svolto tra i tonnaroti e i ‘raisi’ di Favignana e di Trapani. È la storia di un “Raisi”, (il capopesca della tonnara) che narra la sua vita al “muciariotu” (il tonnaroto che governa la “muciara”, ovvero l’imbarcazione del “Raisi”, durante la preparazione della “mattanza”), mentre aspettano il passaggio dei tonni che dall’oceano entrano nel mediterraneo per la stagione degli amori e  per deporre le uova.

E in quest’attesa, scandita dal faticoso lavoro: dalla preparazione delle camere, al tiro del “vasceddu di livanti”, dalla preparazione della “cammira di la morti”, all’isata du coppu”, come in un particolarissimo rosario, si sgranano i racconti, le paure, le gioie, la comicità prorompente, le storie del mare e dei suoi “sacerdoti” lavoranti che si proclamano figli stessi di questo padre immenso, inquietante, affascinante. Nel finale arrivano i tonni, non c’è più tempo per raccontare bisogna prendere l’arpione, alzare la camera della morte, comincia la mattanza.

Alle 18:00, sempre alla Laudamo, si terrà il consueto incontro “Prima della Prima”,  dove gli studenti del Dams e gli allievi dell’ActorGym avranno la possibilità di confrontarsi con gli artisti in cartellone. L’incontro è aperto a tutti, sino a esaurimento posti.            

Anche in questa occasione verranno coinvolti gli studenti del Dipartimento di Scienze Cognitive, Studi Culturali e della Formazione protagonisti di recensioni pubblicate sul sito dell’Associazione Querelle, e diffuse via Web nelle maggiori riviste di critica teatrale. Querelle è da sempre generosamente sensibile alla formazione e per tale motivo saranno coinvolti in questo progetto anche gli allievi di ActorGym, la “palestra delle emozioni” che contribuisce a creare un valido strumento di crescita performativa ed etica. Le lezioni del laboratorio di critica, curate da Vincenza Di Vita, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Critici di Teatro e Rete Critica, darà la possibilità agli studenti di pubblicare le loro recensioni con una visibilità su riviste di critica tra le maggiori e coinciderà pertanto con il debutto della rassegna, per la quale gli studenti universitari fruiranno di abbonamenti ridotti con il contributo dell’Ersu dell’Università degli Studi di Messina.

Lunedì 18 novembre alle 10.00 nell’Aula Magna del Dipartimento di Scienze Cognitive, Andrea Porcheddu, critico teatrale, responsabile del Workshop per giovani critici alla Biennale Teatro di Venezia, scrittore e intellettuale, incontrerà gli studenti del laboratorio di critica dell’Università di Messina.

(51)

Categorie

Cultura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *