Un nuovo spazio per custodire la storia di Vara e Giganti: aperta la mostra permanente – FOTO

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Preziosi cimeli, documenti, antiche stampe, medaglie e riproduzioni che raccontano la storia, lunga 500 anni, della Vara, la tradizione più amata e sentita per cittadini di Messina: tutto questo è custodito da oggi all’interno del Palacultura “Antonello” al cui interno è stata inaugurata stamattina la mostra permanente dedicata alla machina votiva e ai giganti Mata e Grifone.

Un paio d’anni fa, in compagnia dello storico e componente del Consiglio Regionale dei Beni Culturali Franz Riccobono, vi avevamo portato all’interno del Museo della Vara, inaugurato nel 2015 negli scantinati di Palazzo Zanca. Un tesoro nascosto, quasi letteralmente perché non fruibile se non in poche e precise occasioni, che sicuramente avrebbe meritato uno spazio più ampio e una maggiore visibilità. Su richiesta dell’Associazione Amici del Museo parte del patrimonio contenuto in quegli angusti locali è stato trasferito al Palacultura di Messina, divenendo così parte di un’esposizione – per la precisione una mostra permanente – dedicata alle due tradizioni principali dell’estate messinese, la Vara e i Giganti.

L’inaugurazione si è svolta oggi ed è stata l’occasione per presentare il programma delle iniziative e degli eventi organizzati da Palazzo Zanca e da alcune associazioni cittadine per colmare il vuoto lasciato, per il secondo anno consecutivo – a causa del Covid – dalla storia processione e dalla passeggiata di Mata e Grifone.

A presentare la mostra, l’assessore alla Cultura e al Turismo, Enzo Caruso: «Di concerto con il sindaco Cateno De Luca, accogliendo la richiesta dell’Associazione Amici del Museo per la realizzazione di una esposizione ho voluto scegliere il Palacultura come “sito simbolo” per la realizzazione di una Mostra Permanente Comunale, aperta al pubblico e ai turisti tutto l’anno. Con questa esposizione, Messina si dota di un attrattore che andrà implementato con donazioni e comodati di collezionisti e cultori. Inoltre, la Biblioteca Comunale, accoglierà il ricco patrimonio documentale fatto di locandine, libri, riviste, manifesti che Nino Principato, Franz Riccobono, l’Associazione Amici del Museo e il Gruppo Storico Vara e Giganti vorranno mettere a disposizione della Città, degli studenti e dei cultori di storia patria».

La nuova mostra permanente su Vara e Giganti prevede un percorso tematico progettato e allestito dai professori Rosario La Fauci, Maria Elena Triolo e Valeria Cristofaro, docenti di grafica e discipline pittoriche del Liceo Artistico Multimediale del “Seguenza”, con particolari competenze nel settore audiovisivo e multimediale, scenografico, restauro e allestimento museale, nell’ambito della collaborazione dell’alternanza Scuola-Lavoro con il Comune. Il tutto sotto la sorveglianza della Soprintendenza ai Beni Culturali di Messina e di concerto con l’assessore Enzo Caruso.

Mostra permanente Vara e Giganti: le foto dell’inaugurazione

mostra permanente vara e giganti
mostra permanente vara e giganti
mostra permanente vara e giganti
+1

(125)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.