Automobilisti “furbi” e truffatore in azione a Taormina. Denunciati

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Taormina teatro di sregolatezze e truffe. Sono stati identificati e denunciati due giovani, un 26enne e un 28enne che per non pagare il parcheggio di Porta Catania, a Taormina, hanno preferito staccare di netto la sbarra telematica del parcheggio evitando così il pedaggio.

I fatti risalgono ad inizio estate e sono stati ricostruiti grazie al lavoro d’indagine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Taormina. Le immagini a supporto  hanno confermato le responsabilità dei due uomini, ripresi mentre con noncuranza sollevavano la sbarra danneggiandola irreparabilmente.

Sono stati entrambi denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di danneggiamento aggravato in concorso.

In un’altra operazione, gli agenti del Commissariato di  Taormina sono riusciti ad individuare e a denunciare per truffa un 38enne calabrese , già con numerosi precedenti per reati contro il patrimonio.

L’uomo, lo scorso giugno, ha dato un falso assegno a un venditore di carrozze per cavalli. Il 38enne era solito bloccare e riservare telefonicamente gli acquisti più disparati, persino olio e vino da consegnare da nord a sud a parenti e familiari, per poi pagare con assegni realizzati con stampa e carta abilmente contraffatti, tanto da sembrare autentici.

Erano invece falsi, come quello dato a Taormina a fine giugno scorso per l’acquisto di una carrozza per cavalli.

(277)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.