ferlisi0 0

Vigili Urbani, Ferlisi: “Dovremmo essere 1108, siamo 315”

Pubblicato il alle

2' min di lettura

In seguito all’incidente di ieri mattina tra un tir e un ciclista, i residenti di Villaggio Unnra hanno manifestato la propria preoccupazione circa i gravi problemi di viabilità della zona. In particolare, la situazione riscontrata nei pressi della scuola Salvo D’Acquisto è divenuta insostenibile. Il plesso scolastico è infatti servito da un’arteria che nelle ore di punta si trasforma in un grande imbuto. A completare il quadro la mancanza di parcheggi e la visibilità ridotta a causa della mancata potatura dei numerosi arbusti presenti.

I consiglieri della II Circoscrizione Rosario Santoro e Giuseppe Crimi hanno inviato una nota all’amministrazione chiedendo interventi immediati e la presenza di un posto fisso della Polizia Municipale.

Richieste legittime a cui spesso il Corpo dei Vigili Urbani non può ottemperare per i noti problemi legati all’organico ridotto. “Sono solidale con i residenti di Villaggio Unrra – spiega il Comandante Calogero Ferlisi -, capisco le loro preoccupazioni, ma purtroppo la Polizia Municipale non è nelle condizioni di coprire tutto il territorio. Una normativa regionale del 1993 stabilisce che il numero di vigili urbani debba essere adeguato a quattro parametri: superficie, popolazione, quartieri e scuole. Secondo tale disposizione, a Messina dovremmo essere 1108 e invece siamo solo 315. Tra questi un centinaio di agenti risultano inidonei a  svolgere servizio su strada e svolgono la propria attività in ufficio”.

“E’ dunque impossibile – precisa Ferlisi – soddisfare le esigenze dell’intero territorio. Voglio ricordare, inoltre, che l’ultimo concorso per l’assunzione di agenti di Polizia Municipale risale al 1989”.

 

 

 

(357)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.