rifotras, via don blasco

Via Don Blasco, nuova gara d’appalto per demolizione e bonifica dell’area ex Rifotras

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Con la chiusura del “caso Rifotras” segnata dalla sentenza del CgA in favore del Comune di Messina, si sono aperti i termini della gara d’appalto per la dismissione e bonifica dell’ex centro di rottamazione situato lungo la via Don Blasco. Dopo che una prima procedura si è conclusa con un nulla di fatto, si è aperta una seconda gara, con scadenza fissata al 10 marzo 2022, per l’affidamento dei lavori.

Di cosa stiamo parlando? Proprio lungo il tragitto della nuova via Don Blasco c’è un ex centro di rottamazione di proprietà della ditta Ri.Fo.Tras.. Dopo una lunga vicenda legale, che ha inevitabilmente rallentato gli interventi per la riqualificazione dell’importante arteria cittadina, il Comune di Messina ha ottenuto il via libera per la demolizione della struttura. Come anticipato, una prima gara si è conclusa senza affidamento e una seconda è stata aperta lo scorso 23 febbraio 2022.

Si tratta di una procedura negoziata con previa indagine di mercato. Il criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso. Le ditte interessate a partecipare hanno tempo fino alle 12.00 del 10 marzo per presentare la propria offerta. L‘importo a base di gara è di 211.309,06 euro, così divisi:

  • Voce di costo” – 77.482,08 euro, oltre 5.926,98 euro per oneri della sicurezza, per complessivi  83.409,06, oltre IVA ai sensi di legge;
  • Voce di ricavo” € 127.900,00 oltre IVA ai sensi di legge.

L’appalto prevede la dismissione per il ripristino e la bonifica ambientale del sito ex centro di rottamazione Rl.FO.TRAS., spostamento mezzi ed attrezzature, demolizione strutture, e successivo smaltimento e recupero di rifiuti e veicoli.

(1210)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.