Una ragazza per il Cinema. Le fasi finali

SERATA MODA GRUPPONell’ambito della finale nazionale “Una ragazza per il Cinema”, dopo lo show dedicato alla Moda, che si è svolto a Catania, venerdì scorso sono state assegnate due Fasce Nazionali. La Fascia Moda è stata conquistata da Edera Tulbure, 16 anni di Torino; secondo posto per Krystyn Soares, 18 anni di Napoli; terzo posto, Angela Etiope, 15 anni di Napoli. La Fascia Fotogenia è stata assegnata a Elisa Pepè Sciaria, 16 anni di Roma; al secondo posto, Naomi Moschitta, 15 anni di Catania; terza classificata Karina Shynkarova, 19 anni di Bologna.

Altre Fasce sono state attribuite dagli Sponsor della manifestazione. Pablo Gil Cagnè ha consegnato le fasce del Gruppo Baldan Group: Fascia Gil Cagnè a Krystyn Soares, 18 anni di Napoli; Fascia Jean Klébert a Edera Tulbure 16 anni di Torino; Fascia Centro Mességué a Rosanna Sapia, 23 anni di Catania. La stilista Carmela Motta per la Fascia del suo Kea Atelier di Catania, ha scelto Rosanna Sapia, 23 anni di Catania. La stilista Lara Loggi di Grosseto ha fatto indossare la Fascia Lara Loggi Atelier a Letizia Biondi, 20 anni di Grosseto. Vincenzo Santapaola ha attribuito la Fascia New Vecagel Service Foods di Catania a Edera Tulbure 16 anni di Torino.

Ieri, sabato 5, si è svolta invece, all’Hotel Capo dei Greci di Sant’Alessio Siculo, la conferenza stampa della 27esima edizione di Una Ragazza per il Cinema.

Sono intervenuti: i patron Antonio Lo Presti e Daniela Eramo insieme al figlio Nicolas Lo Presti; il direttore artistico, Ernesto Trapanese; la Ragazza per il Cinema 2014, Giulia Todaro; i registi Federico Moccia e Rossella Izzo; il giornalista direttore del settimanale Nuovo, Riccardo Signoretti.

Grande entusiasmo all’annuncio del patron Lo Presti e del regista Moccia dell’idea nata proprio in questi giorni, di realizzare un film ambientato durante lo svolgimento del Concorso Una Ragazza per il Cinema. “Proprio ieri sera – ha detto Lo Presti – Moccia ci ha rivelato il progetto di scrivere una sceneggiatura sul nostro Concorso. Era un nostro sogno già da tempo ed ora sarà realizzato dalla persona più adatta”.

“Mi piacerebbe raccontare una storia che si svolge dietro le quinte di Una Ragazza per il Cinema – ha rivelato Moccia -, con le emozioni delle giovani partecipanti, le loro situazioni sentimentali e tutto il contorno di mamme e staff che ruota attorno”.

Il patron ha poi tracciato un bilancio dell’edizione 2015 che “certamente  positivo, proprio in virtù del feedback degli stessi ospiti, che ci hanno trasmesso le loro impressioni di una realtà in evidente continua crescita, cogliendo in questa manifestazione un momento importante che fornisce alle concorrenti una formazione e reali opportunità”.

Per la prossima edizione del Concorso certamente qualcosa bolle in pentola, ma Lo Presti non ha voluto anticipare nulla, se non fornire un sibillino indizio dichiarando: “Siamo molto ambiziosi e vogliamo diventare i numeri uno”.

Daniela Eramo sempre mamma-sorella-amica delle concorrenti ha auspicato che “Le ragazze siano sempre grintose anche nella vita, così come lo sono adesso per conquistare la fascia”. Inoltre, ha espresso soddisfazione per l’entusiasmo dimostrato dagli ospiti che, trascinati dal clima coinvolgente, hanno lanciato nuove iniziative e nuovi riconoscimenti.

Il direttore artistico Ernesto Trapanese, instancabile organizzatore dietro le quinte ed eccellente presentatore della prima serata di giovedì scorso, ha voluto sottolineare il clima disteso di quest’anno: “Le ragazze sono state collaborative e si sono impegnate: tutto è andato per il meglio”.

Emozionatissima Giulia Todaro, ormai titolare in carica solo per le ultime ore, ma già con la mente al futuro: “Questo anno in cui ho mantenuto il titolo di Una Ragazza per il Cinema, ha costituito una tappa fondamentale per la mia vita. Certo, non posso negare che mi dispiace lasciare la fascia, ma adesso devo pensare a cosa fare da lunedì prossimo: ho già la prospettiva di partecipare ad una nota fiction televisiva… ma non posso dire quale”.

Ma a rivelare i titolo della fiction ci ha pensato Lo Presti: “Squadra Antimafia”.

Rossella Izzo ha comunicato la decisione di donare ad una ragazza scelta tra le giovani in gara, una borsa di studio di un anno, per frequentare la scuola di cinema Actor’s Planet Luiss, presso la quale è direttrice artistica.

Da Signoretti “i complimenti alle ragazze che sono state impeccabili nelle serate, dimostrando una grande voglia di andare avanti”.

 

(134)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *