Una piattaforma per i prestiti alle imprese di Messina: l’idea della Camera di Commercio

Foto frontale della Camera di Commercio di MessinaCreare una piattaforma online di “lending crowdfunding” attraverso cui le imprese possano richiedere prestiti per superare la crisi economica conseguente all’emergenza coronavirus e donare 30mila euro all’ASP: sono queste le due iniziative avviate dalla Camera di Commercio di Messina per sostenere la città dello Stretto in questo momento difficile per tutto il Paese.

La Giunta camerale si è riunita, via Skype, per valutare possibili iniziative finalizzate ad aiutare Messina in questo periodo di crisi economica in cui molte imprese sono chiuse e altre hanno dovuto ridurre drasticamente le proprie attività. Da questa riunione sono nate principalmente due decisioni: quella di stipulare una convenzione con l’ASP locale per consentire una donazione di 30mila euro; quella di creare una piattaforma di “lending crowdfunding” con l’obiettivo di mettere in contatto possibili finanziatori e imprese che hanno bisogno di un prestito.

Le iniziative per sostenere le imprese di Messina

«Siamo consapevoli – ha spiegato il presidente dell’Ente camerale, Ivo Blandina – che la nostra Camera di commercio non dispone, purtroppo, di quelle risorse che oggi servirebbero ancor di più per dare una boccata di ossigeno alle tante imprese che versano in condizioni di forte difficoltà a causa dell’inevitabile crisi economica che sta attanagliando il Paese in seguito ai necessari provvedimenti varati per far fronte all’emergenza sanitaria. Pertanto, abbiamo la responsabilità di fare cose utili, concrete e possibili. Per questo, si è optato, anzitutto, per destinare ciò di cui possiamo disporre in questo momento all’ASP di Messina». Donazione di 30mila euro, che avverrà attraverso un’apposita convenzione.

Per quel che riguarda, invece, le imprese di Messina, la Camera di Commercio ha pensato a una serie di iniziative, partendo dall’emanazione di una norma che sospenda il pagamento del diritto annuale. «Chiederemo alla Regione – ha aggiunto Blandina – di dirottare tutte le risorse disponibili, relative ai fondi regionali, per dare liquidità alle imprese e insisteremo con Unioncamere nazionale perché venga istituito un fondo perequativo ad hoc, a disposizione soprattutto delle Camere di commercio del Meridione, che sono quelle in maggiore difficoltà. Senza tralasciare, ovviamente, di sollecitare l’Inps perché si risolva in tempi brevi l’atavico problema delle pensioni che affligge il nostro Ente, il che ci consentirebbe di sbloccare fondi sicuri e immediati per le aziende».

Il “lending crowdfunding”: cos’è e come funziona

Tra le iniziative pensate dalla Camera di Commercio di Messina per le imprese locali c’è quella di creare una piattaforma di “lending crowdfunding” – che sarà disponibile a breve – per mettere in contatto chi ha bisogno di un prestito e chi è interessato a finanziarlo.

«Si tratta – ha spiegato la segretaria generale della Camera di Commercio di Messina, Paola Sabella – di piattaforme web specializzate tramite le quali poter ottenere direttamente finanziamenti di potenziali prestatori. Sostanzialmente, si tratta di forme di finanziamento collettivo, che è possibile riferire anche ad iniziative finalizzate a dare aiuto in occasione di tragedie umanitarie, come quella che stiamo vivendo».

Maggiori informazioni, presumibilmente, saranno disponibili nei prossimi giorni. Generalmente questo tipo di piattaforma consente di ottenere prestiti a fronte di un interesse e del rimborso del capitale.

(176)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *