Un teatro all’aperto, spazi per lo sport e i più piccoli: verso il recupero di Forte Ogliastri

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Recuperare Forte Ogliastri e renderlo nuovamente fruibile ai cittadini facendolo diventare un luogo di aggregazione in cui organizzare eventi, spettacoli, mostre e laboratori per grandi e piccini: questo l’obiettivo dell’atto di indirizzo approvato nei giorni scorsi dalla Giunta Basile, che ha intenzione di co-gestire lo spazio insieme ad associazioni del Terzo Settore. Vediamo i dettagli, a che punto è il Comune e cosa si intende fare esattamente.

Non solo Forte Gonzaga, al centro in questi giorni di un’indagine di mercato finalizzata all’individuazione di un’impresa che si possa occupare dei lavori di restauro. L’Amministrazione Basile firma un nuovo passo avanti per la valorizzazione e il riutilizzo di Forte Ogliastri. La delibera di Giunta n. 420 del 2 dicembre 2022, infatti, prevede, da un lato, l’avvio di una manifestazione di interesse finalizzata alla stipula di un programma di cogestione degli spazi con Associazioni di Volontariato; dall’altro, il provvedimento prevede il recupero del parco giochi e di tutta l’area del Forte, con l’installazione di un impianto di videosorveglianza.

Nello specifico, la delibera prevede il recupero degli ambienti di Forte Ogliastri, per le seguenti destinazioni d’uso:

  • le sale – destinate ad ospitare le attività delle Associazioni del Terzo Settore e dalla Messina  Social City: laboratori, incontri, mostre, esposizioni;
  • gli ambienti comuni – Servizi igienici, Cappella, saletta riunioni, Sala a vetri, ambiente per cucina e  catering;
  • spazi esterni da adibire ad attività all’aperto e sportive: piazza d’armi, terrazza panoramica, parco e parco giochi;
  • teatro all’aperto per 300 posti a sedere – a disposizione per attività artistiche teatrali e canore.

La concessione del bene al Comune, approvata dalla Soprintendenza, prevede tra le condizioni la tutela di Forte Ogliastri e la sua riapertura alla pubblica fruizione. Al suo interno dovranno essere organizzati eventi di diverso tipo, dividendo gli spazi in aree funzionali: per il riposo, lo sport, la cultura, i servizi, che dovranno essere mantenute in efficienza. L’utilizzo della struttura fortificata dovrà avere scopo sociale e culturale.

Qui la delibera.

(94)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.