Un libro, un film, una serie tv: il “pacchetto weekend” per chi non ha voglia di uscire

Pubblicato il alle

4' min di lettura

Dopo una settimana di lavoro frenetico, è finalmente arrivato il weekend, il momento di poter passare più tempo in casa, riparati dal freddo, a guardare una serie tv, un film, o a leggere un libro comodamente seduti sul divano. Non sapete ancora in quali storie immergervi? Ve ne consigliamo tre: la prima parla di una bizzarra signora con la passione per l’astrologia che si trova in mezzo a una serie di omicidi, la seconda è quasi una fiaba a tinte dark, la terza racconta di una donna che scopre sé stessa nel momento più difficile della sua vita, e lo fa con ironia e eleganza.

Un libro

Guida il tuo carro sulle ossa dei morti, capolavoro della scrittrice premio Nobel Olga Tokarczuk è il libro che vi consigliamo per questo freddo weekend di dicembre. Protagonista è Janina Duszejko, un’anziana insegnante in pensione che abita in un paesino della provincia polacca, dove si prende cura delle case di vacanza lasciate vuote dai suoi vicini durante l’inverno, studia l’oroscopo e litiga con i cacciatori. Un giorno, anzi una notte, si trova nel bel mezzo della scena di un crimine. Il suo vicino bussa alla porta e le chiede di andare con lui dall’altro dirimpettaio. Lo trovano cadavere sul pavimento di casa, la sua morte la prima di una serie di omicidi. Per Janina, il “colpevole” è un cervo. Da lì partono le indagini, la vita tranquilla della cittadina scossa da tutta quella violenza, e ovviamente un mistero da risolvere. Un giallo atipico, che si legge tutto d’un fiato.

Un film

Natale è tempo di favole, è tempo di tornare un po’ bambini e far volare l’immaginazione. Togliendo i classici Disney – che tanto lo sappiamo che li state già riguardando a ripetizione dall’8 dicembre, come tutti – e guardando alle uscite recenti (ma non troppo), vi consigliamo La forma dell’acqua, film di Guillermo Del Toro (quello de Il labirinto del Fauno, Hellboy e Trollhunters) vincitore del Leone D’Oro a Venezia nel 2017 e dell’Oscar come Miglior Film nel 2018 (dove ha collezionato ben 13 nomination).

Di cosa parla? Parla di Elisa, giovane donna muta che fa le pulizie in un laboratorio di Baltimora durante la Guerra Fredda. Casualmente, si imbatte in una creatura tenuta rinchiusa lì, un “mostro”, un uomo anfibio ritrovato in un villaggio amazzonico, con cui sente un’immediata sintonia. Gli insegna il linguaggio dei segni e tra loro nasce un’amicizia che sfocia in qualcosa di più. Un giorno, però, il responsabile del laboratorio dà l’ordine di vivisezionarlo per studiarlo. Una fiaba a tinte dark, con tratti realistici, immersa in un contesto storico delineato in maniera precisa e puntuale. Un film che scalda il cuore e diverte senza essere mai banale o sdolcinato, che si interroga sulla natura del male e pone l’accento sull’importanza della diversità, dell’amicizia, e naturalmente dell’amore, per sopravvivere a un mondo che sa essere spietato (mentre crede di essere nel giusto).

Una serie tv

È stata appena annunciata la quarta stagione, che approderà in streaming su Prime Video il 18 febbraio, quindi, se non l’avete vista, siete ancora in tempo per mettervi in pari. Di cosa stiamo parlando? Di The Marvelous Mrs Maisel (in italiano, La Fantastica signora Maisel), l’ultima creatura di Amy Sherman Palladino (autrice di Gilmore Girls, aka Una mamma per amica), nota per la sua brillante ironia, i dialoghi surreali a macchinetta e, soprattutto, i suoi personaggi femminili.

È la fine degli anni ’50, Midge Maisel è una giovane casalinga americana, ha due figli e il marito fa un lavoro che odia mentre sogna di diventare uno stand-up comedian di successo. Ah, la tradisce con la segretaria. Lei lo scopre, si ubriaca e in preda ai fumi dell’alcol va nel locale in cui si esibisce di solito lui fa un lungo monologo divertentissimo sulla sua vita e su ciò che le è appena capitato. Da lì, inizia la sua carriera da comica e un viaggio alla scoperta di sé stessa, fuori dalle mura domestiche. Se capite bene l’inglese guardatela in lingua originale.

 

(46)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.