Tutti col naso all’insù: stanotte in cielo risplenderà la Superluna “rosa”

luna, superlunaStanotte il cielo ha in serbo per gli abitanti di Messina (e non solo) una grande sorpresa: la Superluna rosa, la più vicina e quindi più grande del 2020. Il suo nome deriva dalle antiche tradizioni dei nativi americani per i quali simboleggiava l’arrivo della primavera. Vediamo quali sono le sue peculiarità e quando sarà possibile ammirarla al meglio.

Una breve precisazione. La Superluna di stanotte non è la prima dell’anno e non sarà l’ultima, ma è certamente la più grande perché, come si anticipava, è la più vicina. Prende il suo nome da un fiore che fiorisce proprio in questo periodo negli Stati Uniti, la Phlox subulata, pianta dal colore rosa/magenta. Per i nativi americani la fioritura di questa pianta indicava che la primavera era entrata nel vivo.

La Superluna di stanotte – che illuminerà il cielo tra il 7 e l’8 aprile 2020 – non sarà quindi rosa, ma non per questo lo spettacolo che offrirà sarà meno affascinante. Sarà possibile ammirarla a partire dalle 19.10 di oggi, quando la Luna toccherà il perigeo, il punto più vicino alla Terra, mentre raggiungerà la fase della luna piena intorno alle 4.35 dell’8 aprile. Il momento migliore per osservarla risplendere sarà alle 2.00.

Per ammirarla basterà affacciarsi alla finestra o al balcone di casa e alzare gli occhi verso il cielo che, stando alle previsioni meteo, dovrebbe essere limpido e senza nuvole, l’ideale per godersi lo spettacolo.

(1084)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *