Troppe richieste per il vaccino Pfizer in eccedenza a Messina: stop alle prenotazioni

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Troppe richieste per le dosi in eccedenza di vaccino Pfizer a Messina, l’ASP blocca temporaneamente l’indirizzo e-mail dedicato «perché non sarà possibile soddisfare così tanti utenti». A poche ore dall’attivazione del servizio, erano già arrivate oltre 2mila richieste. I cittadini, specificano dall’Ufficio del Commissario per l’Emergenza Covid, potranno comunque prenotarsi, in base alla categoria di appartenenza non appena sarà il loro turno, sulla piattaforma nazionale o al numero verde per accedere alla vaccinazione.

La comunicazione è arrivata ieri. Con lo stop – temporaneo e in via precauzionale – all’AstraZeneca in tutta Italia, l’hub vaccinale della Fiera di Messina si è attrezzato per somministrare il vaccino Pfizer agli aventi diritto. L’Ufficio del Commissario, Alberto Firenze, – alla luce dell’ordinanza nazionale n. 2 emanata dal Commissario nazionale per l’Emergenza – ha deciso  di attuare un’ulteriore misura per accelerare la campagna ed evitare sprechi: stilare un elenco speciale di persone da chiamare – sempre rispettando l’ordine della priorità per categoria – nel caso in cui ci siano dosi in eccedenza del vaccino anti-covid Pfizer.

Per creare la lista, è stato attivato un indirizzo e-mail con cui candidarsi (vaccini.fiera@asp.messina.it), che è stato subito riempito di richieste. Non potendo soddisfarle tutte, dato che sono oltre 2mila, l’indirizzo è stato temporaneamente chiuso. «Naturalmente – spiegano dall’Ufficio per l’emergenza – le dosi di vaccino disponibili non permettono al momento ulteriori prenotazioni, ed è stata una disposizione temporanea, ma in futuro si spera con l’aumento dei vaccini di poter soddisfare altre richieste». I cittadini potranno comunque prenotarsi, in base alla categoria di appartenenza non appena sarà il loro turno, sulla piattaforma nazionale o al numero verde per accedere alla vaccinazione.

«L’enorme flusso di ieri – ha commentato il Commissario Alberto Firenze – è una preziosa testimonianza della voglia delle persone di vaccinarsi il prima possibile. Il nostro compito adesso è accelerare al massimo la macchina vaccinale».

PRECISAZIONE dell’ASP inserita alle 10.43 del 17 marzo 2021:
«Naturalmente le dosi di vaccino disponibili non permettono al momento ulteriori prenotazioni, ed è stata una disposizione temporanea, ma in futuro si spera con l’aumento dei vaccini di poter soddisfare altre richieste».

(1476)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Interessante osservare come dispongano di dosi “in eccedenza”, quando ancora non si sa nulla per le vaccinazioni dei disabili “gravissimi” (da non confondere con i “gravi”), e ancora personale sanitario di associazioni convenzionate ASP attendano il vaccino, nonostante regolare registrazione alla piattaforma.

error: Contenuto protetto.