Trasporti a Messina. I finanziamenti previsti? 80 milioni di euro per bus e tram

Al via la messa a sistema di oltre 80 milioni di euro di finanziamenti per riqualificare e potenziare la i trasporti a Messina: ad annunciarlo è il sindaco di Messina Cateno De Luca che anticipa alcune novità che riguarderanno ATM, e in particolare i bus e il tram.

Nel corso di una riunione svoltasi a Palazzo Zanca tra l’Amministrazione comunale, i vertici di ATM e il dipartimento Mobilità Urbana è stata tracciata la linea da seguire, insieme, per programmare gli interventi necessari a dare nuova linfa alla mobilità e ai trasporti nella città dello Stretto. In particolare, nel corso dell’incontro, è stato stabilito il quadro degli investimenti da mettere in campo per un totale di 80 milioni di euro.

«Il quadro di investimenti – ha spiegato il Primo Cittadino – è stato elaborato secondo una logica integrativa e coerente tra il Dipartimento Mobilità e Viabilità dell’amministrazione e ATM spa ed ammonta a oltre 50 milioni di euro che erano programmati su progetti singoli senza nessuna regia unitaria e senza nessuna logica di spesa! La nostra programmazione è stata effettuata invece sui seguenti parametri: qualità progettuale in termini di raggiungimenti di obiettivi prestabiliti, efficienza finanziaria (capacità di spesa), efficacia della spesa rispetto a quanto già programmato».

La programmazione, spiegano dall’Amministrazione prevede il concorso dei seguenti programmi: Patto Città di Messina, Bando Trasporto Rapido di Massa MIT 2019, Agenda Urbana, Poc Metro, Pon Metro (Asse 2), FSC 14-20 (Cura del Ferro), Sae, Sistema Meta 1 e Sistema Meta 2.

Inoltre, per quel che riguarda il tram, sono stati previsti finanziamenti che concorrono alla compartecipazione al Bando del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti 2020 finalizzata al restyling della linea tranviaria.

Alla riunione tecnico-operativa hanno partecipato il sindaco Cateno De Luca, il Vicesindaco Salvatore Mondello, l’assessore Carlotta Previti con delega alle risorse finanziarie extrabilancio, il dirigente del Dipartimento Mobilità Urbana Antonio Cardia, i RUP (Responsabile Unico del Procedimento) dei progetti sulla mobilità sia sul versante infrastrutture che sui sistemi informatici, del Presidente Atm spa e ing. Vincenzo Poidomani.

(244)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *