nello musumeci riceve la cittadinanza onoraria al comune di venetico, in provincia di messina

Tour nel messinese per Nello Musumeci, che riceve la cittadinanza onoraria a Venetico

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Si è conclusa la trasferta messinese del presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, che ieri ha ricevuto la cittadinanza onoraria del Comune di Venetico. Con quali motivazioni? A colpire il sindaco della cittadina messinese, l’impegno del Governatore per far sì che il Castello diventasse patrimonio pubblico. La fortezza è infatti oggetto di una procedura di valorizzazione iniziata ad aprile 2021 con l’apertura del bando di gara per la messa in sicurezza.

Nella giornata di ieri, venerdì 3 dicembre, il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha fatto un breve tour della provincia di Messina recandosi prima a Milazzo, poi a Spadafora e, infine, intorno alle 17.00, a Venetico. Qui è stato accolto dal sindaco Francesco Rizzo che ha consegnato al Governatore e al direttore della Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico, Maurizio Croce, le due targhe che sanciscono, per entrambi, la cittadinanza onoraria. La consegna è avvenuta nella Chiesa di San Nicolò a Venetico Superiore, durante la cerimonia per celebrare l’82° anniversario della ricostituzione del Comune tirrenico.

Questa la motivazione del riconoscimento: «Per l’impegno istituzionale profuso a favore dell’iniziativa, fortemente voluta dall’amministrazione comunale, finalizzata al passaggio del Castello al patrimonio pubblico, così contribuendo a valorizzare le radici storico-culturali dei Siciliani e la loro peculiare identità».

Come si anticipava, è stata infatti la Struttura commissariale contro il dissesto idrogeologico, guidata dal presidente della Regione, a finanziare i lavori di messa in sicurezza della collina su cui sorge il Castello di Venetico. A seguito di questo primo passaggio, la fortezza quattrocentesca del paese è stata acquisita al patrimonio pubblico per diventare bene di proprietà del Comune.

(144)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.