Tornano i panettoni del Cirs: anche quest’anno a Messina Natale fa rima con solidarietà

Pubblicato il alle

6' min di lettura

Anche quest’anno a Messina Natale fa rima con solidarietà, grazie al Cirs. Torna per il secondo anno “Insieme è più buono, il panettone firmato”: la campagna delle feste che vede lavorare insieme il Cirs Messina, le ragazze ospiti delle case famiglia, l’Istituto Antonello, un team di chef rinomati e diverse aziende cittadine. Il protagonista indiscusso del progetto è proprio lui: il panettone. Il dolce simbolo del Natale diventa strumento di solidarietà. Un’idea che lo scorso anno ha avuto un grande successo e che, di conseguenza, per questo 2022 non poteva che regalare ancora grandi emozioni e sorprese.

La rete di solidarietà attorno al Cirs di Messina si è allargata notevolmente con tanti nuovi protagonisti che hanno deciso di donare i loro panettoni. Confezionati ad opera d’arte, sono stati venduti ad importanti aziende del territorio che, a Natale, li doneranno ai propri dipendenti. Le aziende che quest’anno hanno aderito sono: Caronte&Tourist, Comet e The Ashbee Hotel. Il ricavato della vendita andrà interamente al Cirs con l’obiettivo di potenziare le attività di formazione e inserimento professionale delle donne vittime di violenza, ospiti nelle case famiglia gestite dall’ente.

«Con grande emozione ringrazio i nostri amici imprenditori che hanno pensato di allietare il Natale e renderlo più buono con i nostri panettoni, facendo conoscere alla loro cerchia di dipendenti la realtà del Cirs. Ma sono loro ad averci ringraziato in questi giorni per avergli dato questa opportunità e questa è una cosa che mi ha davvero commosso. Il concetto di beneficenza si trasforma in solidarietà.  Il nostro progetto non si focalizzava sul “chiedere un’offerta”, ma ha rappresentato un incoraggiamento ad un gruppo di ragazze che vogliono uscire da un circuito di disagio ed entrare in un circuito di autonomia. Al Cirs non si fa assistenza ma si fa reinserimento sociale – sottolinea la presidente Maria Celeste Celi. E tutto questo è reso possibile da voi, che ci sostenete, ci incoraggiate e ci indicate che il percorso che stiamo facendo è quello giusto».

«E’ un’iniziativa lodevole che fa convergere in sé tantissimi valori – ha commentato la presidente del gruppo Caronte&Tourist e cavaliere del Lavoro Olga Mondello Franza. In primis l’impegno concreto a sostegno delle donne vittime di violenza, che nel Cirs e grazie al Cirs trovano speranza e forza. Unisce, poi, attori locali che mettendo a disposizione la propria specialità e attività, realizzano qualcosa di bello – e buonissimo, è il caso di dire – per distribuire un prodotto di alta qualità associato ad un messaggio di proattività nei confronti di una piaga sociale e culturale che sta finalmente emergendo per poter essere curata e ricucita, a partire dalla consapevolezza.
Anche quest’anno, ogni panettone che doneremo ai nostri dipendenti sarà, dunque, quel messaggio chiaro in cui crediamo e che continuiamo a ripetere: nessuna donna deve essere sola nella lotta alla violenza».

«Abbiamo deciso – spiega il presidente della Comet Ivo Blandina – di confermare anche per quest’anno la nostra adesione all’iniziativa perché crediamo sia fondamentale sostenere realtà come il Cirs, che ogni giorno opera concretamente sul territorio contro la violenza e aiuta le donne a ripartire inserendole nel mondo del lavoro. E’ importante inoltre dare un segnale forte ai nostri dipendenti con un dono speciale, che vada oltre il solito panettone da mettere sotto l’albero».

«Siamo stati felici di aderire alla campagna solidale del Cirs – ha detto Costanza Giotti Branca del The Ashbee Hotel – in un momento così bello dell’anno, e inoltre  come donna sono orgogliosa di aver potuto contribuire a un progetto che aiuta le vittime di violenza. I nostri dipendenti, a cui è destinato il panettone solidale sono già stati tutti avvisati del fatto che anche loro insieme a noi stanno contribuendo ad una buona causa».

Quando il Cirs di Messina chiama, gli chef rispondono

A firmare i panettoni della campagna “Insieme è più buono” sono un gruppo di chef di altissimo livello, tra cui:

  • Salvatore Iuliano, due stelle Michelin del ristorante St. George by Heinz Beck di Taormina,
  • Paolo Romeo del ristorante Letrevì di Messina, nonché docente al Cirs Istruzione. Proprio lui ha donato sia i dolci realizzati personalmente, che quelli che i giovani studenti di primo, secondo e terzo anno hanno preparato sotto la sua guida,
  • Matteo La Spada de L’Orso, insignito con 3 spicchi gambero Rosso e le due rotelle,
  • i pastry chef Daniele Bonansinga della pasticceria Panebianco e Lillo Vinci,
  • i bakery chef Francesco Furnari, Francesco Arena,  e Carmelo Patti di Assopanificatori,
  • l’Istituto Antonello,
  • gli chef dell’azienda Orange Moon,
  • l’ITS Albatros.

Il “miracolo di Natale” al Cirs di Messina

Quando la macchina della solidarietà entra in funzione è difficile fermarla e a volte si può rimanere anche senza parole davanti a certe sorprese. Quest’anno, infatti, al Cirs si è verificato quello che la presidente ha definito un piccolo “miracolo”. «I panettoni ordinati erano superiori a quelli che gli chef ci avevano donato. Non potevamo rinunciare a queste richieste ma non sapevamo come fare. Abbiamo avuto l’idea di chiamare uno chef, che è Giovanni Urbino. Lui, con Gianfranco De Salvo, una settimana fa nel nostro laboratorio ha creato un panettone insieme alle nostre ragazze» (nella foto di spalle per motivi di privacy, ndr). «Tutto questo – conclude Maria Celeste Celi – è stato possibile anche grazie alla ditta Alcole Forniture e a Gabriele Arcovito, che hanno donato le materie prime». E’ nato così l’inedito “panettone del Cirs”. 

Chi vuole un panettone?

I panettoni preparati dalle ragazze ospiti del Cirs di Messina sono ancora disponibili. Basta recarsi direttamente alla sede di via Monsignor Francesco Bruno n. 22, dalle ore 9 alle ore 13.  Per prenotarlo occorre chiamare lo 090. 362235. Un gesto che addolcisce non solo la gola ma anche il cuore.

 

 

 

(307)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.