Tornano “I Luoghi del Cuore” Fai: al via le votazioni per salvare le bellezze del Paese

Parte oggi la decima edizione de “I Luoghi del Cuore” del FAI. Organizzata una diretta streaming sui canali social della Fondazione per scoprire come votare il proprio luogo del cuore.

Nonostante l’emergenza coronavirus – che ha decretato la chiusura di moltissimi patrimoni culturali del Paese – il FAI non si arrende e anche quest’anno lancia, in collaborazione con Intesa Sanpaolo, “I Luoghi del Cuore”, campagna nazionale per i luoghi da non dimenticare.

Si tratta del più importante progetto italiano di sensibilizzazione sul valore del nostro patrimonio che permette ai cittadini di segnalare al FAI attraverso un censimento biennale i luoghi da non dimenticare.
Dopo il censimento, il FAI sostiene una selezione di progetti promossi dai territori a favore dei luoghi che hanno raggiunto una soglia minima di voti.

I Luoghi del Cuore, dal 2003 ad oggi

Dal 2003 ad oggi, il Fondo Ambiente Italiano ha sostenuto 119 progetti in 19 regioni d’Italia. Nel 2005 viene salvato il primo luogo del cuore, si tratta del Mulino di Baresi, in alta valle Brembana. Nel 2006, con oltre 10.000 voti, viene salvato il Brolo del Monastero di San Giacomo di Veglia a Vittorio Veneto. Nel 2014 a vincere, con oltre 100.000 voti, è il Convento dei Frati Cappuccini di Monterosso. Nel 2018, la Badiazza di Messina (in foto) ha ottenuto la 42esima posizione, arrivando in quinta posizione in Sicilia e prima – come luogo del cuore – a Messina e provincia.

Le fasi de I Luoghi del Cuore

Il progetto del Fondo Ambiente Italiano si suddivide in due fasi;

  • Ogni anno pari, da maggio a dicembre: il censimento. In questa fase si possono votare i Luoghi del Cuore. Si possono votare più luoghi, ma per ognuno puoi esprimere solo un voto. I primi 3 luoghi in classifica e il vincitore della classifica speciale dedicata a un tema diverso in ogni censimento, riceveranno un contributo economico a fronte di un progetto concreto da concordare con il FAI.
  • Ogni anno dispari, da marzo a giugno: il bando. Dopo ogni censimento viene aperto un bando, sul quale possono candidare un progetto tutti i luoghi che hanno ottenuto almeno 2.000 voti al censimento. Si può richiedere un contributo economico o la collaborazione tecnica del FAI in specifici ambiti.

Perchè partecipare a I Luoghi del Cuore?

Ci sono tre buoni motivi per partecipare a “I Luoghi del Cuore”:
  • Sensibilizzazione: stimolare l’opinione pubblica sull’importanza di proteggere e valorizzare i beni del nostro territorio.
  • Conoscenza:contribuire a portare i luoghi che più amiamo all’attenzione della comunità e delle istituzioni locali e, se i voti raccolti sono numerosi, anche nazionali.
  • Tutela e valorizzazione: il censimento rappresenta un’azione efficace per innescare un processo virtuoso di tutela e valorizzazione e per prendersi cura del nostro patrimonio.

Come si vota?

Per votare basta andare sul sito del FAI e cercare il tuo luogo del cuore, se non c’è puoi aggiungerlo. Per saperne di più clicca qui.

 

(168)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *