Sanità. Arrivano le telecamere di sorveglianza nei pronto soccorso della provincia di Messina

Entro 3 mesi il pronto soccorso di 7 ospedali della provincia di Messina saranno dotati di telecamere per garantire la sicurezza di medici e pazienti: ad annunciarlo il direttore generale dell’ASP (Azienda Sanitaria Provinciale) Paolo La Paglia, facendo seguito a un decreto emanato dall’assessorato regionale siciliano alla Salute.

Nello specifico, i sistemi di videosorveglianza saranno installati nei pronto soccorso dei presidi dell’ASP di Milazzo, Barcellona, Patti, S.Agata di Militello, Lipari e Mistretta. Farà eccezione l’ospedale di Taormina, in quanto già provvisto di telecamere. In ogni ospedale saranno così monitorate le parti esterne di pertinenza del Pronto Soccorso, le sale d’aspetto e l’area interna, con esclusione della sala visite.

Ma non solo. Oltre a queste misure pensate per garantire la sicurezza dei pronto soccorso, è previsto l’acquisto, per ciascuno dei sette P.S., di nuovi oggetti d’arredo: le sale riservate ai pazienti in attesa, infatti, saranno dotate di televisori a parete predisposti per la ricezione dei canali in chiaro e di dieci nuove panche da quattro posti (che si aggiungono al Wi-Fi già installato); il personale sanitario addetto al triage dei pazienti (vale a dire al loro smistamento) avrà a disposizione nuove sedie e scrivanie.

L’installazione dei sistemi di videosorveglianza rientra in un percorso più ampio di messa in sicurezza dei presidi dell’ASP di Messina e segue le indicazioni dettate nel Decreto Assessoriale 1584/2018 “Linee di indirizzo per la gestione del sovraffollamento dei pronto soccorso” voluto dall’Assessore Regionale per la Salute Ruggero Razza.

(109)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *