Superare gli ostacoli con il nuovo sport dell’OCR Sharks Messina. L’intervista a Mauro Olma

Dopo tanti tentativi, l’OCR Sharks Messina – nata nel dicembre del 2019 – sta per aprire a San Filippo Inferiore un nuovo spazio tutto dedicato alle corse ad ostacoli e al superamento dei propri limiti.

Le gare sportive dell’OCR (Obstacle Course Race) esistono già dal 1987 e molti anni dopo – nel 2011, nello specifico – circa un milione di persone si sono registrate per partecipare a gare a ostacoli negli Stati Uniti d’America. Adesso il fenomeno sportivo è arrivato anche nella città dello Stretto e ne abbiamo parlato con Mauro Olma, coach e presidente dell’OCR Sharks Messina. «Questa disciplina può essere un bene per la città e per i messinesi».

A Messina arrivano gli squali dell’Obstacle Course Race

Fare sport all’aria aperta sta diventando buona abitudine dei messinesi. A causa delle misure restrittive dovute al Covid-19, infatti, le palestre rimangono chiuse ma gli appassionati di attività motoria non rimangono a bocca asciutta.

Anzi in città arriva una nuova disciplina sportiva, giovane e completa. Tra poco, infatti, ci sarà la possibilità di praticare l’OCR – Obstacle Course Race, che altro non è che una corsa a ostacoli naturali o artificiale. L’OCR Sharks Messina, infatti, sta ultimando i lavori del percorso che sorgerà in un campo di San Filippo Inferiore a primavera.

La squadra sportiva nasce il 15 dicembre del 2019 ed è composto oltre che da Mauro Olma – coach e presidente – anche da Santi Irrera, istruttore federale che riveste il ruolo di capitano. «L’OCR Sharks Messina nasce – racconta Mauro – dalla passione di un gruppo di amici per lo sport in generale e per l’OCR nello specifico. L’OCR, come dice l’acronimo stesso sono gare di corsa su terreni di diversa tipologia (sterrati, sabbiosi, rocciosi ecc…) con ostacoli naturali e ostacoli artificiali».

Uno nuovo sport da praticare all’aria aperta

I componenti dell’OCR Sharks Messina hanno passione ed esperienza sportiva. «Abbiamo un’esperienza relativamente giovane nell’ambito del campionato regionale siciliano – racconta ancora Mauro – con qualche puntatina fuori dalla Regione ma in questi contesti ci siamo presi discrete soddisfazioni portando a casa qualificazioni per le fasi nazionali e il nostro capitano per gli Europei.

Adesso, dopo tanti tentativi di creare una realtà nostra, il capitano con un altro componente della squadra hanno deciso di realizzare il campo sul loro terreno sito a San Filippo inferiore. La realizzazione della struttura avviene in completa autonomia al momento senza il supporto di partner commerciali».

Il campo dell’OCR Sharks Messina

Il percorso ad ostacoli, quindi, è a buon punto e a marzo – emergenza sanitaria permettendo – dovrebbe essere pronto. Un nuovo spazio per praticare sport significa anche nuove energia per Messina.

«Questa disciplina – continua Mauro – può essere un bene per la città e per i messinesi perché, innanzitutto, porta un innovazione in quanto disciplina molto giovane e completa e proprio per la sua particolarità legata al superamento degli ostacoli ha un’ importante valenza nella formazione del carattere.

Per quanto riguarda la formazione fisica, le varie tecniche necessitano dello sviluppo di tantissime capacità motorie che lo rendono uno sport tra i più completi unito al fatto di svolgersi a contatto con la natura».

Per far parte dell’Obstacle Course Race

Per entrare a far parte dell’OCR di Messina non sono necessarie particolari doti fisiche, parola di coach. «Per unirsi a noi – dice Mauro – non bisogna avere particolari doti fisiche serve solo tanta volontà, passione e voglia di mettersi in gioco superando i propri limiti.

È nei nostri programmi l’organizzazione di un evento a livello cittadino per il campionato regionale siciliano non appena sarà possibile. Nel frattempo organizzeremo piccoli eventi nella struttura per far conoscere e avvicinare i messinesi a questo sport».

(658)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *