Stretto Green, 50 milioni di euro per la transizione energetica della mobilità marittima

Pubblicato il alle

1' min di lettura

In arrivo 50 milioni di euro per l’Autorità di Sistema Portuale di Messina per il progetto Stretto Green e la transizione energetica della mobilità marittima tra Messina, Milazzo, Villa San Giovanni e Reggio Calabria: ad annunciarlo sono i deputati, nazionali e regionali, e portavoce del Movimento 5 Stelle Barbara Floridia, Grazia D’Angelo , Antonella Papiro, Valentina Zafarana e Antonio De Luca.

Ad attuare il progetto, con investimenti previsti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), sarà l’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, capitanata dal presidente Mario Mega, che tra il 2021 e il 2026 pubblicherà una serie di bandi di gara per la realizzazione delle opere, affiderà i contratti e vigilerà sull’esecuzione nei tempi previsti.

«Gli investimenti – chiariscono gli esponenti del M5S – puntano alla realizzazione dello Stretto Green, un progetto di efficienza energetica che riguarderà in parte l’elettrificazione delle banchine dei porti AdSP dello Stretto e, per il resto, la realizzazione a Messina di un deposito costiero di LNG (gas naturale liquefatto, ndr)».

«La somma di 50 milioni di euro – concludono – sarà il cofinanziamento pubblico per interventi di Partenariato Pubblico-Privato che complessivamente valgono 130 milioni di euro. Un’altra grande occasione data dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza che premia il Sud e l’area dello Stretto di Messina».

(144)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.