Stretto di Messina, in arrivo 37 milioni di euro per collegamenti e servizi ai pendolari

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Governo nazionale stanzia 37 milioni di euro per i collegamenti sullo Stretto di Messina. Tali risorse dovranno essere utilizzate per avviare interventi infrastrutturali finalizzati ad implementare la capacità di sbarco delle imbarcazioni che coprono la tratta tra Sicilia e Calabria e per rafforzare i servizi a disposizione dei pendolari.

Ad annunciarlo sono i parlamentari del Movimento 5 Stelle Francesco D’Uva, Antonella Papiro, Barbara Florida e Grazia D’Angelo, e i colleghi all’ARS (Assemblea Regionale Siciliana) Valentina Zafarana e Antonio De Luca. Le risorse sono state stanziate attraverso il decreto legge Infrastrutture e Mobilità Sostenibili approvato nella giornata di ieri, 2 settembre, dal Consiglio dei Ministri e saranno messe a disposizione dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto.

«Parliamo di un’importante opportunità per il nostro territorio – spiegano gli esponenti del Movimento 5 Stelle – che punta l’attenzione sia sulla riorganizzazione strutturale dei porti sia sulle necessità dei residenti pendolari. Un’attenzione che negli anni scorsi è totalmente mancata e che, grazie iniziative messe in campo dal MoVimento, è stata rivolta allo Stretto ed è sempre rimasta alta».

«Queste ulteriori risorse – concludono – vanno ad aggiungersi a quelle già stanziate, in questi mesi, per il potenziamento dello Stretto di Messina e dei collegamenti dinamici evidenziando quanta attenzione ci sia per i temi legati al nostro territorio e per i bisogni delle comunità. Tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro di mediazione e di interlocuzione che, in questi anni, è stato portato avanti tra le amministrazioni centrali e il territorio: un lavoro di squadra realizzato dal MoVimento nell’interesse dei cittadini».

(93)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.