Alessandro Russo Consigliere Comunale di Messina

Strade chiuse e concessioni suolo per bar e ristoranti, Russo: «Si intervenga subito»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Rendere più semplice l’iter per la concessione di suolo pubblico (e detassarla), individuare già da ora le strade che possono essere chiuse al traffico per consentire il posizionamento dei tavolini di bar, pizzerie e ristoranti: sono queste le richieste inoltrate al Comune di Messina dal consigliere Alessandro Russo in vista delle prossime riaperture previste dal Governo Draghi. «Si agisca subito – sottolinea l’esponente del PD –, l’Amministrazione non si faccia trovare impreparata come lo scorso anno».

Secondo quanto disposto dall’Esecutivo, dal 26 aprile le attività di ristorazione – come bar, ristoranti, pizzerie, gelaterie – potranno riaprire al pubblico in zona gialla, ma solo in ambienti esterni. In vista di questa importante novità, il consigliere comunale del Partito Democratico, Alessandro Russo, sprona la Giunta De Luca a mettersi subito al lavoro per snellire l’iter burocratico e detassare la concessione del suolo pubblico alle attività che ne facciano richiesta; e per individuare in tutta la città – e non solo in centro – strade e piazze che possano essere chiuse al transito veicolare per consentire il posizionamento di sedie e tavolini.  L’invito del consigliere è a fare presto per evitare di ritrovarsi a «chiudere all’ultimo istante utile alcune viuzze del centro della città, così come accaduto lo scorso anno, di fatto non pianificando dettagliatamente le mosse della ripartenza».

«L’Amministrazione – sottolinea Russo – deve porre mano in tempi brevissimi a soluzioni che possano consentire a tutte le attività che riaprono medesime condizioni e medesima parità di trattamento: è quindi opportuno che si faccia uno screening tecnico su tutte le strade e gli spazi pubblici della città, partendo già da adesso, individuando quali vie possano essere chiuse al traffico o ridotte alla circolazione stradale per consentire l’individuazione di spazi da destinare straordinariamente e per questa stagione di ripartenza alle attività di ristorazione che riapriranno a breve».

Queste, in linea di massima, le richieste del consigliere comunale Alessandro Russo:

  • snellire l’iter di concessione del suolo pubblico;
  • detassare totalmente la concessione di suolo pubblico;
  • individuare su tutto il territorio della città – e in ragione della presenza dei locali privi di spazi esterni – le modalità di concessione di spazi pubblici, di chiusura di strade o piazze, o di riduzione delle carreggiate in maniera tale da mettere sullo stesso piano tutte le attività di ristorazione e accoglienza alla ripartenza delle loro attività.

La palla, adesso, passa alla Giunta, nell’attesa che la Sicilia torni in zona gialla.

(156)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.