Stadio San Filippo ad ACR Messina fino a maggio 2021: scoppia la bufera

stadio s. filippoLa proroga della concessione dello Stadio Franco Scoglio (San Filippo) ad Acr Messina, decisa pochi giorni fa dalla Giunta De Luca, non è andata giù a FC Messina che si chiede come mai non si sia pensato di fare un confronto tra le due società prima di prendere una decisione e mette in dubbio l’interesse dell’Amministrazione nei confronti del progetto del Football Club.

Ma facciamo un passo indietro. Lo scorso 31 dicembre 2019 la Giunta De Luca si è riunita e ha approvato la delibera di proroga della concessione dello Stadio San Filippo (in scadenza il 31 maggio 2020) che consente alla società Acr Messina di usufruire degli spazi per un anno in più, vale a dire fino al 31 maggio 2021. A far storcere il naso alla FC Messina sono stati da un lato i tempi con cui tale scelta è stata presa, dall’altro le modalità. Stando a quanto dichiarato dalla Società in una nota, infatti, la decisione sarebbe stata presa senza attuare un confronto tra le due organizzazioni, entrambe attive nel calcio messinese.

«È inspiegabile – dichiara la FC Messina – che l’Amministrazione Comunale di Messina non abbia ritenuto, come fece in passato, di deliberare la concessione del Franco Scoglio per tutto il prossimo anno dopo aver sollecitato un confronto tra le due società, posto che fino a prova contraria le rispettive prime squadre militano nella stessa categoria e sono portatrici di interessi ed esigenze che meritano pari dignità».

Non solo. A non quadrare per la Società calcistica sono anche le tempistiche di approvazione della delibera. In sostanza, secondo FC Messina, non sarebbe stato necessario approvare la proroga della concessione proprio il 31 dicembre alle 18.00: «È inspiegabile che l’Amministrazione Comunale di Messina, pur avendo ricevuto nel mese di novembre i relativi incartamenti, non abbia trovato il tempo di richiedere la convocazione della commissione che dovrà decidere in merito all’agibilità del Celeste, ma abbia trovato il tempo per deliberare in fretta e furia (il 31 dicembre alle 18.00) la proroga della concessione a favore di ACR Messina dello stadio San Filippo».

Inoltre: «È inspiegabile – incalza ancora la Società – che FC Messina, che sino ad ora non potendo contare sul Celeste per la disputa delle partite in casa ha corrisposto ad ACR Messina la considerevole somma di  34.000,00 euro, debba essere così gravemente penalizzata, quasi che la scelta di rinunciare alla concessione del “Franco Scoglio”(scelta operata per senso di responsabilità) debba essere considerata una colpa da punire o una manifestazione di dabbenaggine di cui approfittare».

Ancora più dura la nota finale: «Se l’Amministrazione Comunale di Messina – si legge nella nota – ritiene il progetto FC Messina scomodo, inutile o inopportuno nell’interesse della città non ha che da dirlo con chiarezza».

(356)

1 Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *