andrea argento, capogruppo del movimento 5 stelle in consiglio comunale di messina

Messina-Palermo, Argento (M5S): «Smacco per i tifosi non poter giocare al Franco Scoglio»

Pubblicato il alle

3' min di lettura

Arrivano le prime reazioni politiche alla nota del Comune di Messina con cui è stata ufficializzata l’indisponibilità dello stadio “Franco Scoglio” in vista della partita Messina-Palermo del 4 settembre. Il consigliere del Movimento 5 Stelle Andrea Argento ha risposto duramente alle giustificazioni dell’Amministrazione, che si è difesa parlando di «miracolo non avvenuto» in relazione ai lavori che sarebbero dovuti terminare il 20 agosto.

«Dopo una serie infinita di disastri – scrive Argento –, è arrivata la “ciliegina sulla torta”: l’attesissimo esordio di Serie C, con il derby fra il Messina e il Palermo, non si giocherà al Franco Scoglio: uno smacco per migliaia di tifosi e l’ennesima beffa per lo sport cittadino. L’ho detto e ripetuto in tutte le salse e adesso lo riconfermo senza timore di smentita: sulle tematiche sportive (e non solo) l’Amministrazione ha sbagliato tutto quello che era possibile sbagliare, e pure oltre, nonostante le centinaia di sollecitazioni e proposte ricevute, totalmente ignorate. Adesso, dopo i continui fallimenti, sarebbe il caso che pensassero alle dimissioni. Senza se e senza ma».

Bersaglio della critica del Consigliere M5S anche la strategia della giunta De Luca, a partire, sottolinea Argento, dal bando per la concessione pluriennale dell’impianto finito con il mancato affidamento al Football Club Messina.

«Per anni – continua –, la città intera ha perso del tempo prezioso in attesa di un bando che, a detta del Sindaco, avrebbe garantito la rinascita del calcio messinese. Una strategia del tutto sbagliata, come ho cercato di far capire in tutti i modi, vanamente, e come dimostrano in modo inoppugnabile i fatti. Il tutto a causa della presunzione dell’Amministrazione, che sì è dimostrata molto brava solo con gli annunci e con i proclami, oggi disattesi ancora una volta».

Alcune settimane fa l’esponente messinese del Movimento 5 Stelle aveva presentato anche un’interrogazione per conoscere la disponibilità e le condizioni degli impianti cittadini, in seguito alle denunce di alcune società cittadine rimaste senza campo dove allenarsi.

«Anche in questo caso – conclude – solo disastri e parole al vento, con realtà del territorio costrette ad abbandonare perché non hanno uno straccio di campo a disposizione. L’attuale Amministrazione ha perso 3 anni di tempo ed oggi prova affannosamente ad ipotizzare soluzioni tampone in via emergenziale quando invece potevano programmare ed oggi coglierne i primi frutti. Nulla di tutto questo. E a farne le spese, come al solito, sono le associazioni della città, del tutto abbandonate a se stesse».

(92)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.