caregiver

Sicilia, vaccino a domicilio per familiari conviventi o “caregiver” dei soggetti vulnerabili

Pubblicato il alle

1' min di lettura

In Sicilia anche per i familiari conviventi o caregiver dei soggetti vulnerabili o affetti da disabilità grave è previsto il vaccino anti-covid a domicilio. A stabilirlo è una nota ricevuta nelle scorse ore dai dirigenti generali delle ASP siciliane, dai referenti delle task force vaccini e dai commissari per l’emergenza Covid di Messina, Palermo e Catania.

Ad inviare la nota, il dirigente ad interim del dipartimento attività sanitarie ed osservatorio epidemiologico (DASOE), Mario La Rocca, ed il presidente della Regione Siciliana e assessore alla Salute ad interim, Nello Musumeci. Chi convive o si prende cura di una persona che rientra nella categoria dei cittadini ad elevata fragilità o è affetta da disabilità grave potrà quindi ricevere il vaccino anti-covid direttamente a casa. Obiettivo della misura è quello di ottimizzare la campagna vaccinale in Sicilia.

Nella nota inviata dal dirigente del DASOE La Rocca e dal presidente Musumeci si ricorda, inoltre, che «i soggetti che rientrano nella categoria dei cittadini ad elevata fragilità hanno diritto alle vaccinazioni dei propri familiari conviventi o “caregiver”», quindi per «questi soggetti di età compresa tra 60 e 79 anni è indicato prevalentemente l’utilizzo del vaccino Vaxzevria, nuova denominazione di AstraZeneca».

(2377)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.