Sicilia. Paziente positivo al covid rientrato dall’Africa. Razza: «Esclusa variante»

ruggero razza, assessore alla salute della regione sicilianaL’ipotesi di una variante africana del coronavirus sul paziente positivo rientrato in Sicilia è stata esclusa: lo comunica l’assessore alla Salute, Ruggero Razza, alla luce dei risultati emersi dagli esami effettuati in questi giorni.

Aveva generato non poca preoccupazione la positività al covid-19 di una persona recentemente rientrata in Sicilia da uno stato dell’Africa centrale. Dopo le opportune analisi, però, gli esperti del laboratorio regionale di riferimento dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia hanno escluso si tratti di una variante africana del coronavirus.

«L’ipotesi di una variante africana sul paziente positivo rientrato in Sicilia è stata esclusa – ha dichiarato l’assessore Ruggero Razza. A tale conclusione sono giunti gli esperti del laboratorio regionale di riferimento dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sicilia, che hanno ultimato, dopo alcuni giorni, i procedimenti di sequenziamento sulla ricerca del gene “S” sui campioni prelevati da un paziente affetto da infezione da Covid-19. Sul soggetto, proveniente da uno stato dell’Africa centrale, è stato infatti evidenziato il virus Sars-Cov2, altrimenti noto come Coronavirus. Ringrazio tutti per il lavoro svolto».

Nel frattempo, in Sicilia continua la somministrazione dei vaccini. Arrivate le prime dosi di AstraZeneca in 7 province, tra cui quella di Messina. A ricevere il farmaco saranno i lavoratori tra i 18 e i 55 anni delle forze dell’ordine e delle forze armate, gli insegnanti e il personale non docente delle scuole e delle università.

(135)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *