stipendio

Sicilia, la Regione ha «una spesa fuori controllo» per gli stipendi: 424 milioni di euro

Pubblicato il alle

2' min di lettura

La Fondazione Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana, per conto dell’Adnkronos, ha pubblicato la classifica sulla spesa che le pubbliche amministrazioni sostengono per il personale e strutture; in Sicilia la Regione, per stipendi, straordinari, mantenimento di uffici e strutture, è l’unica ad aver preso una “C”: una maglia nera che indica «una spesa fuori controllo». La Regione Siciliana e i Comuni isolani, infatti, spendono complessivamente: 424 milioni di euro, sei volte in più della Lombardia.

La classifica, elaborata nell’ambito del progetto Pitagora, che si occupa di trasparenza, ha preso in esame i costi sostenuti nel 2020 da Regioni e capoluoghi di Provincia. «Dalla classifica – si legge su Adnkronos – risulta fuori controllo la spesa in Sicilia della Regione per gli stipendi corrisposti al personale a tempo indeterminato, pari a ben 424.921.240,66 euro nel 2020 (rating C confermato anche considerando solo questa voce)». La cifra è in calo rispetto agli anni precedenti:

  • 463.085.943,02 nel 2019,
  • 472.410.389,96 nel 2018,
  • 496.981.267,52 nel 2017.

Va meglio il rating relativo per gli altri due capitoli di spesa considerati all’interno del report:

  • straordinari: 4.480.041,67 euro con un rating relativo BB
  • stipendi del personale a tempo determinato: 12.720.517,80 con un rating relativo B

Le Regioni più virtuose

Sono 9 Regioni su 20 ad aggiudicarsi il punteggio migliore, dalla Fondazione Gazzetta Amministrativa, e quindi posso essere considerate virtuose in termini di spesa pubblica:

  • Lombardia, Veneto e Puglia: AAA
  • Calabria, Lazio, Piemonte: AA
  • Emilia-Romagna, Liguria, Toscana: A

Il report completo qui.

 

 

 

 

 

(155)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.