Sciopero di 3 giorni dei casellanti delle autostrade siciliane

autostrade sicilianeOggi, domani e dopodomani, passaggio gratuito ai caselli dell autostrade siciliane. E’ infatti iniziato stamani lo sciopero dei casellanti del Consorzio Autostrade Siciliane contro il cattivo utilizzo delle risorse che provengono dai pedaggi autostradali.
Il Cas con una nota chiarisce che la protesta nasce dalla mancata adozione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro delle Autostrade Private da parte dell’ente
“In realtà – si legge nella nota – al Cas, ente pubblico non economico, si applica per legge il CCRL. Da ultimo un tavolo tecnico appositamente istituito a livello regionale ha verificato le tabelle di riclassificazione del personale che l’ente applicherà quanto prima. Il legittimo diritto di sciopero dei lavoratori non può perseguire e comportare azioni contro legge come appaiono le richieste del CUB Trasporti nè rientra nella disponibilità del Consiglio Direttivo del Consorzio modificare una legge che dispone l’applicazione del CCRL. E’ di tutta evidenza – si legge ancora sulla nota – che lo sciopero dichiarato è strumentale ed illegittimo perché le richieste non potranno essere soddisfatte, ed oltre ad essere certamente dannoso per l’Ente, è inopportuno e fastidioso per gli utenti.
In questo ultimo anno è già stato compiuto il percorso relativo alla riclassificazione del personale del Cas al testo contrattuale regionale con il costante intervento dei sindacati della funzione pubblica e, pertanto, non risponde a vero quanto sostenuto dal CUB di una assenza di dialogo con le organizzazioni sindacali. Sul punto- conclude il Cas- si coglie l’occasione per sottolineare che la magistratura del lavoro in più giudizi di comportamento antisindacale dell’Ente ha escluso la legittimazione delle sigle sindacali del CCNL privatistico”.

(59)

Categorie

Attualità

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *