turisti

Sbarchi da una nave e tocchi suolo messinese? Paghi due euro. Anche negli aeroporti

Pubblicato il alle

1' min di lettura

turistiA breve, dovrebbe arrivare una tassa aggiuntiva per chi sbarca da una nave nel porto di Messina e in quelli delle altre grandi città italiane: la tassa sui viaggi. L’imposta dovrebbe entrare in vigore in prossimità di Pasqua. Porti e aeroporti saranno, quindi, più costosi.

Fortunatamente, saranno esonerati dal pagamento della tassa i pendolari e i residenti. Dunque, l’imposta sui viaggi è volta a penalizzare principalmente il turismo. Tassare i turisti, però, potrebbe essere anche una lama a doppio taglio per l’economia messinese.

L’Associazione Nazionale Comuni Italiani ha stabilito che la tassa corrisponderà a circa due euro e ha come obiettivo quello di finanziare le grandi città e consentire loro di abbassare il debito legato alle province. L’imposta riguarderà anche chi viaggia in aereo e sarà riscossa al momento dell’imbarco dalle compagnia aereoportuali. Le città italiane interessate da questi aumenti sono: Roma, Napoli, Milano, Torino, Bari, Firenze, Bologna, Genova, Venezia, Reggio Calabria, Cagliari, Messina, Palermo e Catania.

(85)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.