Rilanciare il turismo a Messina: il piano per la stagione 2020

foto messina - madonnina del portoMessina si prepara alla nuova stagione crocieristica con tutta una serie di iniziative pensate per rendere la città “a misura di turista”. Dalla creazione di una card “Visit Me”, ai percorsi storici e naturalistici, alla pulizia e accessibilità delle zone di maggiore interesse, la Giunta De Luca presenta le principali novità.

A seguito di una riunione tenutasi stamattina a Palazzo Zanca tra gli assessori della Giunta De Luca e i presidenti delle società partecipate, il Comune ha comunicato quali saranno le iniziative da mettere in campo in attesa dell’arrivo delle prime navi da crociera al porto di Messina, a partire dalla nave MSC che dovrebbe attraccare il 30 marzo 2020, con a bordo circa 7.500 persone.

Turismo a Messina: le novità per l’accoglienza dei crocieristi (ma non solo) nel 2020

Il piano dell’Amministrazione per il turismo a Messina prevede alcune novità finalizzate a rendere la città più attrattiva e “a misura di turista”. Vediamo quali sono:

  • nuovi infopoint: tre già previsti a Palazzo Weigert, Palazzo dei Leoni e Cristo Re, due “in previsione” a Piazza Cairoli e a Torre Faro;
  • la card “Visit Me”: una tessera che i turisti potranno acquistare per avere accesso ai mezzi di trasporto messi a disposizione da ATM, ma anche a bici, motorini e auto elettriche, e che includerà buoni sconto per comprare in negozi convenzionati;
  • cartelloni e segnaletica con QR Code: forniranno informazioni sui monumenti della città;
  • tragitti puliti per i turisti
  • tragitti accessibili per le persone con disabilità;
  • monitoraggio della tassa di soggiorno;
  • percorsi naturalistici nella Riserva naturale dei Laghi di Ganzirri;
  • un nuovo sito “Agorà” con relativa App: attraverso il portale il turista potrà accedere a tutte le informazioni utili sul turismo a Messina.

Per quel che riguarda il decoro urbano, il programma prevede interventi di pulizia e di riqualificazione finalizzati a migliorare l’illuminazione, fornire acqua potabile, curare l’arredo urbano e assicurare mezzi di trasporto e altri servizi.

Di seguito le aree interessate:

  • la passeggiata a mare;
  • via Vittorio Emanuele e Garibaldi (Prefettura – piazza Cairoli);
  • le piazze Unione Europea, Cairoli, Duomo e Cavallotti; via Consolato del Mare, Piazza Antonello, via Sant’Agostino, Piazza Basicò (Fontana Falconieri);
  • via Dina e Clarenza, Montalto, Circonvallazione, Cristo Re;
  • piazza Basicò, via Rocca Guelfonia, via delle Vecchie Carceri, PalaTracuzzi, Cristo Re;
  • via Tommaso Cannizzaro, Corso Cavour, Duomo e via I Settembre.

(297)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *