“Rigenera”, il progetto per rilanciare la Sicilia partendo da un angolo della tua città

Si chiama “Rigenera”, il primo progetto avviato da Attiva Sicilia, il nuovo gruppo parlamentare all’ARS costituito, lo scorso maggio, da cinque deputati regionali che hanno lasciato il Movimento 5Stelle.

Si tratta di una campagna di rigenerazione urbana per rilanciare la Sicilia a seguito del lockdown, finanziata con le decurtazioni degli stipendi dei cinque deputati: Matteo Mangiacavallo, Angela Foti, Valentina Palmeri, Elena Pagana e Sergio Tancredi.

Rigenerare la Sicilia

La campagna di rigenerazione urbana realizzata da Attiva Sicilia è abbastanza semplice. Basta segnalare un luogo di degrado, un angolo di città che merita di essere rigenerato.

L’obiettivo di “Rigenera” è quello di restituire bellezza, narrare la sicilianità e ridare identità all’Isola dopo il periodo di restrizioni dovute all’emergenza coronavirus. Per il progetto sono stati destinati 10mila euro dal fondo restituzioni dei parlamentari di Attiva Sicilia.

«Attraverso questo progetto vogliamo restituire bellezza e “narrare” la “sicilianità”, la nostra “identità” per combinare l’identità siciliana di cui tanto si parla in questi giorni con il futuro e la rigenerazione urbana. Vogliamo lanciare insieme a te un messaggio di “rinascita” della nostra Sicilia a seguito di un’emergenza che ha visto fermarsi tutto. È ora di ripartire, insieme».

Come si rigenera la Sicilia: le info per partecipare

Per poter partecipare a Rigenera, campagna di rigenerazione urbana promossa da Attiva Sicilia basta seguire queste indicazioni:

  • Segnala un luogo degradato della tua città;
  • Invia la foto alla mail rigenera@attivasicilia.it;
  • Struttura insieme ad Attiva Sicilia il progetto;
  • Fai votare il tuo progetto su sito di Attiva Sicilia.

Inoltre il progetto dovrà essere:

  • Specifico;
  • Misurabile;
  • Realizzabile;
  • Rilevante;
  • Temporizzabile.

A partire dal 1° luglio saranno disponibili online tutti i progetti di rigenerazione urbana pervenuti. Durante la seconda settimana di luglio si procederà con la valutazione dei progetti e il più votato sarà finanziato. Il regolamento di “Rigenera” qui.

(166)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *