Quattro belle notizie da Messina e dal mondo – Episodio 13

collage delle belle notizie da messina e dal mondo: episodio 13Un 96enne con una grande forza di volontà, un salvataggio fortunato e un ritorno “tra i banchi” un po’ alternativo: sono queste tre delle quattro belle notizie da Messina, dall’Italia e dal mondo di questa settimana. Alcune sono legate, inevitabilmente, al Covid-19 e segnano un momento di rinascita, altre semplicemente scaldano il cuore e ci ricordano che, a volte, si è abbastanza fortunati da avere una seconda chance.

Foto dell'ospedale Policlinico di MessinaLa prima delle quattro belle notizie arriva da Messina ed è una storia che ha un sapore agrodolce. Sì, perché, pochi giorni fa al Policlinico “G. Martino” è stato effettuato il primo prelievo d’organi dall’inizio del lockdown. Durante la fase più acuta dell’emergenza coronavirus, infatti, le donazioni si erano per forze di cose fermate e adesso sono riprese. È chiaro, la notizia ha due “facce della medaglia”, da un lato il dolore della perdita per una generosa famiglia, dall’altro la speranza data a tutte quelle persone che nelle prossime settimane potranno sottoporsi a trapianto. A dare il consenso alla donazione è stato il paziente stesso che, al momento di rinnovare la carta d’identità, si era segnato come donatore d’organi.

A questo link si può leggere il messaggio di ringraziamento del responsabile del “Coordinamento per la Donazione ed il Trapianto Organi e Tessuti” del Policlinico di Messina, Francesco Puliatti.

belle notizie da messina e dal mondo: giuseppe paternò si laurea a 96 anni a palermoIl protagonista della seconda delle belle notizie da Messina e dal mondo viene da Palermo, si chiama Giuseppe Paternò e pochi giorni fa, a 96 anni, si è laureato in Storia e Filosofia presso l’Università del Capoluogo di Regione con 110 e lode. La sua è la storia di un ragazzino di 7 anni che, membro di una famiglia molto povera, ha dovuto presto mettersi a lavorare con il padre, ma non ha mai abbandonato la passione per lo studio e la lettura. A 31 anni ha conseguito il diploma come geometra, ha lavorato come fattorino e poi nelle Ferrovie dello Stato. Il suo sogno, però, era laurearsi e così ha fatto, a quasi 97 anni. Ma non ha intenzione di fermarsi qui, il prossimo obiettivo infatti sarà la laurea magistrale.

La sua storia l’hanno raccontata, tra gli altri, RaiNews e La Repubblica.

belle notizie: i bambini tornano a scuola nel kashmirLa terza della quattro belle notizie di questa ultima settimana di luglio arriva dal Kashmir. Dopo mesi lontani dai banchi a causa del covid-19 – mesi durante i quali molti bambini non hanno potuto studiare perché sprovvisti di smartphone o di una connessione internet, strumenti che gli avrebbero permesso di usufruire della didattica a distanza –, la scuola in presenza è ricominciata. Gli alunni hanno ripreso a seguire le lezioni all’aria aperta, su un prato di Doodhpathri, una località turistica in collina situata nel territorio del sindacato indiano di Jammu e Kashmir.

Lo ha riportato il Corriere della Sera sul suo account Instagram.

(Foto © Tauseef Mustafa / AFP)

Emma Roo, cane dalmata salvato da un macello cinesePer concludere questa carrellata di buone notizie dobbiamo spostarci di parecchi chilometri, arrivare fino in Cina, dove la storia comincia, per poi raggiungere gli Stati Uniti, dove ci aspetta un lieto fine. Protagonista di una turbolenta e spaventosa avventura è Emma Roo, un cane dalmata salvato da un macello cinese dove le erano state amputate le zampe. Trovata e soccorsa, Emma è stata curata da un veterinario di Pechino, poi, dopo diversi tentativi, la Dalmatian Rescue, un’organizzazione non-profit nel sud della Florida è riuscita a trovarle una casa.

Oggi Emma Roo vive a Charleston, in South Carolina, con la sua nuova mamma, Misha Rackcliff Hunt, che ad aprile 2020 l’ha adottata.

La sua storia, nel dettaglio, ce la racconta GreenMe.

https://www.instagram.com/p/CDKu33tpsK5/?utm_source=ig_web_copy_link

 

(245)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *