Qualità della vita 2019. Messina seconda in Sicilia ma 95esima in Italia

foto messina - madonnina del portoMessina è 95esima su 107 province nella classifica sulla qualità della vita stilata da Italia Oggi per il 2019. Guadagna due posizioni rispetto all’anno, ma si mantiene ai gradini bassi della graduatoria pur riuscendo ad aggiudicarsi la maglia d’argento in Sicilia.

I dati appaiono sconfortanti e, come molte delle classifiche realizzate per analizzare la qualità della vita nelle città e nelle province italiane, lo studio elaborato da Italia Oggi e dall’Università La Sapienza di Roma, in collaborazione con Cattolica Assicurazioni, fotografa una Penisola spaccata a metà, con un Nord che totalizza i punteggi più alti e un Sud che fa da fanalino di coda.

classifica qualità della vita 2019 italia oggiSe si osservano i dati, infatti, a occupare i gradini più bassi sono tutte province del Meridione, tra Sicilia, Calabria, Campania e Puglia. Le prime tre classificate sono invece Trento, Pordenone e Sondrio, province rispettivamente del Trentino Alto-Adige, del Friuli Venezia Giulia e della Lombardia.

La classifica di Italia Oggi, ricordiamo, analizza le province del Bel Paese cercando di fornire un quadro completo esaminandole a 360 gradi e ponendo l’attenzione sui diversi aspetti che determinano nel bene o nel male la qualità della vita delle varie città. Punti focali sono, quindi, il lavoro, l’ambiente, l’istruzione, il tempo libero e il turismo.

Unica consolazione che si può trarre, ma anche qui dipende dalla posizione geografica di chi guarda, è che nel complesso la qualità della vita in Italia appare migliorata. Sono di più rispetto agli anni precedenti (nello specifico 65), spiega Italia Oggi, le province il cui la qualità della vita è buona o accettabile.

La classifica della qualità della vita 2019 nelle province della Sicilia secondo Italia Oggi

  1. Ragusa – 93esima;
  2. Messina – 95esima;
  3. Palermo – 98esima;
  4. Enna – 99esima;
  5. Siracusa – 100esima;
  6. Trapani – 101esima;
  7. Caltanissetta – 103esima;
  8. Catania – 104esima;
  9. Agrigento – 107esima.

Insomma, la situazione per la Sicilia non appare certo tra le più rosee, e questo primo anno della Giunta De Luca non sembra aver migliorato la situazione per Messina. Sebbene il progresso sembrerebbe esserci stato – la città dello Stretto è, di fatto, salita di due posizioni –, è comunque troppo poco. Ci si riprova l’anno prossimo. Intanto, non resta che attendere la pubblicazione dello studio nel dettaglio per capire quali sono stati i settori “top” e quelli “flop” per ciascuna provincia italiana.

(577)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *