illuminazione pubblica

Provinciale quasi al buio. Barresi: «A quando il rifacimento dell’impianto?»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

illuminazione pubblicaRione provinciale è praticamente al buio e, con le piogge degli ultimi giorni, la situazione si è aggravata. A segnalarlo è il consigliere della III Circoscrizione Mario Barresi che sottolinea le carenze dell’illuminazione pubblica nella zona e la presenza di un gran numero di lampade guaste.

A risentirne sembrano essere sia le vie del lato valle che quelle del lato mare e, in particolare: Via Reggio C., Via Liguria, Via Vittorio Veneto, Via Marche, Via Roosevelt, Via Siracusa, Via Emilia, Via San Cosimo, Via Catania, Via Toscana, Via Napoli. E l’elenco potrebbe continuare.

Secondo quanto testimoniato dal Consigliere è già stata fatta richiesta di sostituzione delle lampade non funzionanti, ma qualsiasi intervento sarebbe stato rimandato in attesa di avviare i lavori di rifacimento dell’intero impianto di pubblica illuminazione che copre il cosiddetto Quadrato Piccole suore (Provinciale lato valle).

Il problema, sottolinea Barresi, è che adesso, con l’entrata in vigore dell’ora solare, la situazione si sarebbe aggravata. Quando le persone rientrano a casa la sera, infatti, è spesso già buio. Di conseguenza, aggiunge: «Le esigenze della cittadinanza stanno diventando sempre più impellenti. È impossibile persino trovare il buco della porta di casa per alcuni cittadini, oltre ai pericoli di ordine pubblico che ne possono scaturire».

Per questi motivi il Consigliere della III Circoscrizione chiede al dirigente del Dipartimento Lavori Pubblici e all’assessore competente se siano o meno disponibili le risorse finanziarie necessarie per avviare gli interventi di rifacimento dell’impianto ed, eventualmente, per quando siano programmati.

Nel frattempo:« Qualora i tempi di inizio lavori si allungassero, si chiede se è disponibile un cambio lampade di alcuni punti luce – conclude Barresi. Atteso che non è possibile rispondere sempre ai cittadini di stare in attesa».

(106)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.