buca stradale

Pronto intervento e manutenzione delle strade di Messina: online due bandi. Cosa si farà

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Ricolmatura delle buche, rifacimento dei marciapiedi, ripristino di tratti dei muri di sostegno: questi alcuni degli interventi previsti dalle gare d’appalto avviate nei giorni scorsi dal Comune per i lavori di pronto intervento e di manutenzione ordinaria delle strade di Messina. Vediamo tutti i dettagli.

Palazzo Zanca ha lanciato due bandi di gara con l’obiettivo di individuare una o due ditte che possano occuparsi di eliminare «tutte le situazioni di pericolo incombente, non suscettibili di programmazione, che vengono a crearsi a causa di eventi imprevedibili». In sostanza, quindi, rimettere in sesto le strade in caso di danni dovuti, per esempio, al maltempo.

I due appalti riguardano, il primo, la porzione di territorio ricadente nella I, II e III Municipalità; il secondo, la porzione di territorio ricadente nella IV, V e VI Municipalità. L’importo a base di gara è per entrambi i bandi di 198.000,00 euro (Iva esclusa). Il criterio di aggiudicazione è quello del prezzo più basso. Il primo appalto scade il 24 gennaio, il secondo il 25.

Manutenzione delle strade di Messina: gli interventi previsti dal bando

Il progetto prevede le seguenti lavorazioni:

  • ricolmatura di buche e avvallamenti della sede stradale;
  • rifacimento di tutti quei tratti di strade comunali, di limitata estensione, che risultano particolarmente ammalorati, tramite scarificazione a freddo di pavimentazione in conglomerato bituminoso, successiva ed eventuale posa in opera di conglomerato bituminoso per strato di base, per strato di collegamento (binder) e per strato di usura;
  • rifacimento di qualsiasi altra tipologia di pavimentazione stradale (basolato lavico, cubetti di porfido, ecc.);
  • rifacimento di marciapiedi con sostituzione della pavimentazione esistente previa, eventuale, realizzazione di massetto di sottofondo e sostituzione di cordolatura di vario tipo, ad esclusione di lavorazioni particolari che hanno espresse caratteristiche di arredo urbano (piazze con pavimentazione inusuale e di pregio, aiuole, panchine, etc.);
  • ripristino di tratti di muri di sostegno;
  • ripristino di tratti di condotte acque bianche;
  • fornitura e collocazione di griglie e chiusini in ghisa per pozzetti di ispezione delle canalizzazioni delle acque bianche;
  • fornitura e posa in opera di elementi in ferro;
  • recinzioni sulle sedi stradali e relative pertinenze per la segnalazione di situazioni di pericolo per la pubblica incolumità.

Maggiori informazioni qui e qui.

(Foto di repertorio)

(115)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.