Rendering del Ponte sullo Stretto di Messina

Ponte sullo Stretto, l’ironia di Fiorello: «Salvini, prima pensiamo alle strade»

Pubblicato il alle

2' min di lettura

Il Ponte sullo Stretto di Messina torna nel dibattito politico e non poteva non stimolare l’ironia di Rosario Fiorello. Il comico siciliano, alle prese con il “rodaggio” di Viva Rai2 su Instagram, ha espresso la sua opinione sull’opera che collegherebbe la Sicilia con il resto d’Italia, scherzando anche sulle dichiarazioni del ministro delle Infrastrutture, Matteo Salvini.

«È l’opera più green al mondo, il Ponte sullo Stretto, lo abbiamo sempre visto fotografato, ma nessuno l’ha mai fatto – dice Fiorello con ironia. Da siciliano mi sento di dire una cosa che secondo me pensano tutti i siciliani: sarebbe bello avere il ponte sullo Stretto, ma se poi arrivi in Sicilia per andare a Palermo da: Reggio Calabria a Messina ci metti 3 minuti, ma da Messina a Palermo 3 ore».

Lo showman catanese ha poi fatto qualche battuta sullo stato delle strade (ma soprattutto delle autostrade) siciliane, piene di interruzioni e cantieri che rallentano gli itinerari di automobilisti e turisti. «Io quest’estate – racconta – ho fatto la Catania-Palermo e posso dirvi che i motociclisti della Parigi-Dakar si allenano sulla Catania-Palermo. Quando tu parti da Catania per Palermo ci sono degli psicologi che ti dicono: guardi, tranquillo, ma piano piano lei arriverà. Quindi prima di fare il Ponte facciamo le strade della Sicilia, il binario doppio della ferrovia, che non c’è. Salvini, prima di pensare al ponte pensiamo alle strade».

Subito dopo, Fiorello ha ricevuto una telefonata – verosimilmente falsa – da Salvini stesso che parlava con l’audio del cellulare impostato su muto. Qui il video completo.

(251)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.