Foto della Madonnina dello Stretto di Messina

Pnrr, 132 milioni di euro alla Città Metropolitana di Messina: la legge approda alla Camera

Pubblicato il alle

2' min di lettura

È approdato alla Camera il decreto legge per lo stanziamento di 132 milioni di euro del Pnrr in favore della Città metropolitana di Messina. A renderlo noto, in una nota congiunta, i parlamentari messinesi del Movimento 5 Stelle, Barbara Floridia, Grazia D’Angelo, Francesco D’Uva e Antonella Papiro.

«Ha iniziato – spiegano gli esponenti M5S – il suo iter parlamentare alla Camera dei Deputati l’importante decreto legge che contiene disposizioni relative all’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose. Questo provvedimento, il decreto legge 6 novembre 2021 n. 152, che è già in vigore, proprio oggi è stato assegnato alla Commissione Bilancio della Camera».

L’art. 21 del decreto da poco alla Camera prevede nella fattispecie i Piani Integrati che assegnano alla Città Metropolitana di Messina un finanziamento di oltre 132 milioni di euro, nel quadriennio 2022-2026.

«Queste risorse – continuano i pentastellati – favoriranno una migliore inclusione sociale, riducendo l’emarginazione e le situazioni di degrado sociale, la promozione della rigenerazione urbana attraverso il recupero, la ristrutturazione e la rifunzionalizzazione ecosostenibile delle strutture edilizie e delle aree pubbliche e il supporto di progetti legati alle “smart cities”, con particolare riferimento ai trasporti ed al consumo energetico».

«Siamo contenti – concludono – che, con questo provvedimento, ci sia lo stanziamento di una parte dei fondi provenienti da PNRR e che, fra questi, ci siano anche importanti risorse destinate alla Città Metropolitana di Messina.

Che cos’è il Pnrr

Il Pnrr, Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza o Recovery Plan, è un corposo piano di investimenti lanciati dal governo italiano nell’ambito del programma Next Generation EU dell’Unione Europea, il pacchetto da 750 miliardi di euro stanziato in risposta alla crisi economica dovuta alla pandemia.

L’Italia ha presentato alla Commissione Europea progetti per un totale di 248 miliardi di euro da spendere entro il 2032. Il 40% (82 miliardi) di questa cifra verrà destinata agli investimenti nel Sud Italia. Grazie a questi fondi, si prevede che il PIL nazionale aumenti del 3% rispetto a quanto aumenterebbe senza il Pnrr.

(84)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.