Claudio Cardile (PD) - presidente del consiglio comunale di Messina

Piano tariffario rifiuti “in ritardo”, Cardile: «Il Consiglio declina ogni responsabilità»

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Per legge il Piano Tariffario Rifiuti 2021 va esitato dal Consiglio Comunale entro il 30 giugno 2021 ma il Civico Consesso di Messina non lo ha ancora ricevuto: lo sottolinea, in una nota ufficiale, il presidente Claudio Cardile, che evidenzia le difficoltà in cui si trova l’Aula e «declina ogni responsabilità derivante dalla mancata adozione». 

Il Presidente del Consiglio Comunale di Messina fa presente che «fino a questo momento non ha ancora ricevuto la proposta di delibera sul Piano Tariffario Rifiuti 2021 in quanto in visione al Segretario Generale. Tuttavia, nella giornata di ieri si riceve da parte del Vicesindaco una nota con cui se ne chiede la trattazione d’urgenza.

Alla luce di quanto sopra e stante la scadenza di legge e la complessità del provvedimento, nonché le norme regolamentari del Consiglio Comunale, appare evidente la difficoltà di esitare la proposta entro il 30/06/2021. Pertanto questa Presidenza declina ogni responsabilità derivante dalla mancata adozione da parte del Consiglio stante la tardiva trasmissione dell’atto deliberativo.

Tuttavia, con lo spirito di collaborazione istituzionale che ha sempre contraddistinto l’azione di questa Presidenza, nel momento in cui si riceverà la proposta sul Piano Tariffario Rifiuti 2021 ci si adopererà al fine di consentire la trattazione in tempi brevi nella Commissione competente e in Consiglio Comunale».

(202)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.