Pasqua in zona rossa: le regole per bar e ristoranti in Sicilia

Pubblicato il alle

1' min di lettura

Nel weekend di Pasqua e Pasquetta, dal 3 al 5 aprile 2021, tutta Italia sarà in zona rossa. Il presidente della Regione, Nello Musumeci ha chiarito, con ordinanza, quali saranno le regole per le attività di ristorazione (dai bar alle rosticcerie) in Sicilia durante le feste, dall’asporto al domicilio. Vediamole nel dettaglio.

Con ordinanza n.29 del 31 marzo 2021 il presidente della Regione, Nello Musumeci, ha istituito sei nuove zone rosse, ma ha anche disciplinato l’attività di ristorazione per il fine settimana di Pasqua e Pasquetta. In sostanza, il Governatore adegua le proprie disposizioni a quelle nazionali per la zona rossa. Vale a dire che ristoranti, bar, locali ed esercizi analoghi resteranno chiusi al pubblico, ma potranno lavorare tramite asporto e consegna a domicilio, con alcuni distinguo.

In tutti i Comuni della Sicilia (anche quelli già “rossi” per ordinanza regionale) sarà consentita – a bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie, la consegna a domicilio (senza limiti di orario). Per quel che riguarda la vendita con asporto di cibo e bevande, anche questa è consentita senza restrizioni dalle 5.00 alle 18.00; mentre dalle 18.00 alle 22.00 sarà vietata ai soggetti che svolgono come attività prevalente quella di bar senza cucina e altri esercizi simili (si fa qui riferimento al codice Ateco 56.3).

(1394)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

error: Contenuto protetto.